Senecio rowleyanus, ovvero la pianta del rosario

di Gioia Bò Commenta

senecio rowleyanus

Senecio rowleyanus

Fioritura: in primavera-estate
Impianto: nel periodo primaverile
Tipo di pianta: succulenta perenne
Altezza max: 1 metro

Il Senecio rowleyanus è una particolare specie di Senecio appartenente alla famiglia delle Asteracee ed originaria delle zone a clima temperato del Pianeta. Si tratta di una pianta particolarmente apprezzata per la sua forma stravagante, essendo costituita da fusti striscianti o pendenti, le cui foglie tondeggianti vanno a formare una sorta di collana (non per niente viene chiamata anche Senecio a collana o pianta del rosario).

Generalmente viene coltivata in vasi sospesi, dove mostra il meglio della sua bellezza con diverse file di “perle” ricadenti dal colore verde chiaro o biancastro, a seconda della stagione. Se i rami riescono a raggiungere il terreno, tendono a formare delle nuove radici, rendendo così la pianta ancor più caratteristica.

Esposizione. Il Senecio rowleyanus predilige la collocazione in piena luce o in una zona semi-ombreggiata, facendo in modo che i raggi del sole la colpiscano nelle ore più fresche della giornata, specie nella stagione estiva. L’esposizione in ambiente esterno è consigliata solo in presenza di clima mite, mentre nella stagione invernale è opportuno ricoverare il vaso all’interno delle pareti domestiche.

Terreno. La collocazione ideale è quella in un terriccio specifico per piante succulente o in alternativa in un substrato ricco di terriccio comune e sabbia, così da garantire alla pianta il giusto drenaggio.

Innaffiature. Nella stagione calda le irrigazioni devono essere regolari, lasciando asciugare il terreno tra un’operazione e l’altra. In inverno, invece, sarà bene diminuire le innaffiature, specie in presenza di clima particolarmente rigido.

Avversità. Il Senecio rowleyanus teme in modo particolare gli attacchi di malattie fungine, afidi e cocciniglia, da trattare con prodotti adatti prima della comparsa dei fiori.

Concimazione. Può andar bene un trattamento per piante succulente, ricco di fosforo e potassio, ma povero di azoto, elemento responsabile dell’eccessiva “morbidezza” della pianta.

Moltiplicazione. Si propaga per talea nel periodo primaverile.

google-max-num-ads = "1">