Solanum, indispensabile per la tavola

di Gioia Bò

Dedicare un angolo del proprio giardino alla coltivazione degli ortaggi rappresenta un’operazione estremamente utile, anche se in apparenza toglie spazio alle nostre care amiche piante da arredamento, quelle che con i propri colori contribuiscono a rallegrare l’ambiente circostante.

In realtà non è proprio così, visto che molte piante “da orto” regalano uno spettacolo godibile per la vista nel periodo della fioritura, con una pioggia di colore che precede l’arrivo del frutto del nostro lavoro. Parliamo ad esempio del Solanum, pianta diffusissima alle nostre latitudini e molto utile dal punto di vista alimentare, visto che ci regala ortaggi come la melanzana (Solanum melongena), il pomodoro (Solanum lycopersicum) o la patata (Solanum tuberosum).

Appartiene alla famiglia delle Solanacee e comprende circa 2000 specie sia arbustive che rampicanti, orticole o infestanti. Generalmente di coltiva in piena terra o in serra, ma non è raro trovare determinate specie adatte alla coltivazione in appartamento e capaci di regalare splendide bacche colorate nel periodo invernale.

A questo proposito, ricordiamo la straordinaria bellezza del Solamun capsicastrum, che nel periodo estivo produce fiori bianchi a forma di stella, i quali lasciano poi il posto a bacche che cambiano colore con trascorrere del tempo, assumendo tonalità verdi, gialle e scarlatte. Bello da vedere anche il Solanum crispum, con foglie di colore verde scuro e fiori azzurro-porpora molto appariscenti.

Qualunque sia la specie, ci sono delle regole di coltivazione da tenere ben presenti, a partire dalla collocazione in una zona soleggiata ed al riparo dalle gelate invernali (la temperatura non dovrebbe mai scendere al di sotto dei 10°C). Le innaffiature devono essere costanti nel periodo estivo, in modo da tenere il terreno sempre umido, ma mai inzuppato.

Se notate che le foglie del vostro Solanum tendono ad appassire o se la pianta si sta spogliando velocemente delle bacche, vuol dire che dovete aumentare le irrigazioni. Per contro, se le foglie ingialliscono e cadono, vuol dire che avete esagerato con la quantità d’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.