Fioriture autunnali, il Topinambur

di gianni puglisi

Tra i fiori che in questo periodo allietano i nostri giardini c’è il Topinambur, una pianta perenne rizomatosa appartenente alla famiglia Asteraceae, originaria dell’America e introdotta in Europa come pianta orticola e poi come ornamentale grazie alla sua fioritura che dura per buona parte dell’autunno.

Il Topinambur, botanicamente Helianthus tuberosus, o semplicemente Elianto, è una pianta molto robusta e dalla grande capacità di diffusione; i fiori sono delle grandi margherite del diametro di circa cinque centimetri di colore giallo dorato con il centro più scuro, che appaiono alla fine dell’estate e durano per quasi tutto l’autunno.

I tuberi di Topinambur sono commestibili e vanno raccolti ad autunno inoltrato quando la parte aerea della pianta si è già disseccata; i rizomi del Topinambur non contengono glucosio e quindi sono indicati nell’alimentazione dei diabetici, oltre ad essere utilizzabili in moltissime preparazioni culinarie.

Il Topinambur è una pianta molto adattabile che può essere collocata al confine fra orto e giardino, oppure per riempire delle aree di terreno di difficile lavorazione o, ancora, al centro di un gruppo di altre perenni di grande taglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.