4 consigli per coltivare il tiglio

di Valentina Commenta

Coltivare il tiglio? Una sfida tra le più interessanti per un appassionato di giardinaggio. Parliamo sì di un albero che cresce in fretta, ma che necessita di cure che gli consentano uno sviluppo adeguato alle sue caratteristiche, soprattutto per favorirne la sua già buona longevità.

tiglio

1. Terreno equilibrato

Il tiglio per crescere in maniera corretta ha bisogno di un terreno equilibrato. E’ uno dei fattori sui quali bisogna prestare la maggiore attenzione. Parliamo infatti di un albero che sopporta abbastanza facilmente l’inquinamento atmosferico al punto di essere una delle scelte di elezione in ambito urbano. Ma affinché le sue radici attecchiscano bene e siano in grado di nutrire la pianta, il terreno non deve essere né troppo umido né troppo asciutto.

2. Esposizione luminosa

Per quanto sia caratterizzato da una forte adattabilità la pianta di tiglio gradisce una collocazione in pieno sole, dove possa venire a contatto con tutta la luce di cui ha bisogno per svilupparsi. Piantarlo in un giardino significa assicurarsi di dare lui uno spazio di decente grandezza (può raggiungere i 10-15 metri, N.d.R.) e ben orientato.

3. Concimazione rada

Il tiglio non ha bisogno di particolari concimazioni se il terreno è abbastanza ricco naturalmente. E’ una pianta che necessita di molto poco da questo punto di vista, quindi del letame mescolato con la terra al momento dell’impianto o della semina può essere considerato sufficiente.

4. Potatura invernale

Quest’albero ha bisogno di una buona potatura d’inverno al fine di eliminare i polloni che tendono a crescere alla base della pianta e per dargli una forma adeguata.

Photo Credits | Gregory A. Pozhvanov / Shutterstock.com

google-max-num-ads = "1">