3 consigli per coltivare il pesco

di Valentina

Ecco alcuni consigli per coltivare al meglio un pesco. Riuscire nell’impresa di piantumare e far sviluppare un albero da frutto può risultare davvero soddisfacente. Vediamo insieme su cosa focalizzare la nostra attenzione.

1. Attenzione alle gelate

Il pesco è un albero che necessita sia di caldo che di freddo in egual misura. Il susseguirsi naturale delle stagioni presente alle nostre latitudini riesce a garantire quasi sempre il giusto ricambio. Questo non toglie che vi sia la necessità di fare attenzione alle gelate: esse rischiano di mettere a dura prova la sopravvivenza di eventuali gemme.

2. Qualità del terreno

Il terreno perfetto per il pesco deve essere sciolto e profondo. Non ha problemi a crescere se lo stesso è sabbioso ma in ogni caso deve essere ben concimato ed irrigato. La coltivazione del pesco non è agevole o di successo nella maggior parte dei terreni argillosi (è un qualità poco amata), troppo compatti o caratterizzati da ristagni idrici. Le radici da questo punto di vista sono molto delicate. Sono sa evitare anche i suoli ricchi di calcare.

3. Letame

Il letame è importantissimo per la coltivazione del pesco: l’unica attenzione deve essere posta nel non metterlo a contatto diretto con le radici le quali potrebbero rimanerne ustionate. E’ quindi consigliato prima della piantumazione lavorare a fondo il terreno nel corso dello scavo e della vangatura facendo in modo di mescolarlo bene. La stessa cosa deve essere fatta con quello che ricoprirà le radici. Il pesco cresce più sano e forte se fertilizzato in modo corretto.

Photo Credits | Anton Watman / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.