Matrimonio rosa in campagna

di Sara Cattaneo

Guardo in alto e il cielo è grigio, in questo sabato mattina di giugno. L’estate si fa attendere, siamo sospesi e pieni di aspettative. Guardo in alto e il cielo è grigio: non è uggioso e triste, però. E’ un grigio argenteo, una cascata di perle che ci sovrasta. Intorno a me strette di mano, abbracci pieni di calore, occhi lucidi, persone traboccanti di emozione. Dopo aver sistemato le composizioni dentro la chiesa, aver infiocchettato di tulle bianco e leggero le panche, aver posizionato piccoli mazzi di rose e peonie come punteggiature di colore, la frenesia dell’allestimento lascia il posto alla dolcezza dell’attesa, del guardarsi intorno.

I bambini corrono in giro, rubando i piccoli coni colmi di riso e petali di raso posizionati nella cesta di vimini all’ingresso della chiesa, e i primi chicchi vengono sparsi lungo la navata centrale. E poi eccola, arriva con il suo velo bordato di un pizzo dal sapore antico, un sorriso straordinariamente commovente, in una mano la mano del padre, che stringe d’affetto, e nell’altra il bouquet di rose. I toni vellutati del rosa delle aqua e delle sweet avalanche unite alle bianche white lidya in un gioco cromatico delicato e armonioso.

Ma arriva il momento di lasciare la chiesa che in silenzio ospiterà lo scambio delle promesse, e di spostarsi al ristorante per allestire i tavoli. La location è un agriturismo adorabile: l’orto delle aromatiche, la sala delle erbe nei toni del bianco ricca di dettagli country chic, il laghetto con le ninfee. Appoggiamo sui tavoli i “tombolini”: composizioni dalla base rotonda coperta di foglie di aspidistra legata da un filo di rafia rosa, all’interno della quale sono inseriti i fiori in modo compatto. Ortensie, peonie, rose, alchemilla, more…ogni piccolo centrotavola è un delizioso tripudio di colori, profumi, consistenze diverse, che ciascun ospite riceverà in dono, come simbolo della ricchezza e della delicatezza di questa giornata.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito http://www.cellinifiori.it/it/ e http://www.cellinifiori.it/blog/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.