Matrimonio con rose bianche, lavanda, limoni e spighe di grano

di Sara Cattaneo

Questo giugno non ci regala tregue: pioggia e sole si alternano rapidi, e questa mattina il cielo è trapuntato di nuvole grigie traboccanti d’acqua. Portiamo un po’ di colore con i fiori, allora. Quello di cui parliamo oggi è un piccolo allestimento per un matrimonio, nei toni del bianco, del verde e del giallo.  La sala comunale è allestita con una passatoia bianca coperta di petali bianchi e rosa, le sedie degli sposi sono decorate con nastri di tulle bianco, con un fiocco centrale all’interno del quale è posizionato un mazzolino di gypsophila e crisantemi verdi a bottoncino. Il camino di pietra è contornato da un leggero festone nei toni del verde e del bianco.

La preparazione del festone richiede una certa pazienza e manualità, e può essere realizzato con tecniche diverse. Possiamo scegliere di comprare una base già pronta, costituita da una serie di spugne da fiorista legate da una maglia.  Se invece vogliamo decidere dimensione e lunghezza del nostro festone, possiamo costruire noi stessi la base, partendo da una rete metallica larga 1 mt. morbida e dai fori larghi.  Ne taglieremo una striscia della lunghezza desiderata e posizioneremo dei pezzi di spugna stretti e lunghi uno dietro l’altro (sarà sufficiente tagliare in tre/quattro parti una spugna, decidendo quante spugne usare in base alla lunghezza scelta). Facendo attenzione e usando dei guanti richiuderemo la rete avvolgendo la spugna, magari stringendo un pò gli spazi tra un pezzo di spugna e l’altro aiutandoci con del filo di ferro. Naturalmente la spugna è bagnata, quindi dovremo usare degli accorgimenti, come avvolgere la parte inferiore con del cellophane o bagnare solo la parte superiore. Un altro modo per realizzare il festone è usando la tecnica della coroncina di alloro, legando con il filo di ferro tra loro rami di verde e aggiungendo poi i fiori o i frutti scelti per decorazione (in questo caso, il festone è composto da edera, viburno, gypsophila e lisianthus).

Il bouquet è composto di piccole rose bianche, punteggiate di lavanda blu e spighe di grano, incorniciate dalla gypsophila. La forma è rotonda e compatta, di piccole dimensioni, dalla semplice impugnatura ricoperta di raso bianco.Infine, il centrotavola: una base verde di viburno fiorito e profumato, gypsophila e lisianthus bianchi, crisantemi verdi a bottoncino e san carlini. Tocco colorato, dei limoni, interi e tagliati, disposti in modo asimmetrico.

Per maggiori informazioni consultatre il sito http://www.emotionseventi.it/dove-siamo/varese/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.