Afide delle cucurbitacee, insetto parassita

di Valentina

Spread the love

L’afide delle cucurbitacee è un insetto parassita molto piccolo e contestualmente molto insidioso. Il suo raggio d’azione, sebbene preferisca le cucurbitacee come il suo nome stesso indica, è abbastanza ampio da mettere a repentaglio, nel caso di una infestazione massiva, tutte  nostre colture.

Questo animaletto dalle misure millimetriche ama infatti particolarmente infestare anche il cotone, il pomodoro, il peperone, la patata, gli agrumi, l’ibisco, la catalpa ed altre piante di specie analoghe. Converrete quindi con noi che abbattere immediatamente una tale minaccia è la prima azione che bisogna intraprendere per evitare di vedere i propri sforzi vanificati. L’afide delle cucurbitacee appartiene all’ordine dei rincoti ed è un polifago molto vorace che infesta con facilità gli ortaggi e tutti i vegetali dell’orto.

Nella sua forma adulta questo insetto è lungo circa due millimetri ed all’aspetto presenta un colore molto variabile che passa da un verdognolo accesso al grigiastro-scuro. Fate attenzione: le forme giovanili sono quasi sempre di colore giallastro. L’afide delle cucurbitacee, al pari dei suoi “famigliari” più stretti, ama infestare la pagina inferiore delle foglie, provocando l’ingiallimento delle stesse ed il loro disseccamento. Non pago di ciò, attacca di sovente anche i fiori, provocandone l’avvizzimento ed i frutti, che in questo modo faticano a svilupparsi adeguatamente. Capite ora quanto è pericoloso per i nostri ortaggi?Le piante colpite da questo tipo di infestazioni hanno uno sviluppo minore e faticoso. Senza contare che la melata che produce l’afide richiama le formiche che in qualche modo aiutano la sua diffusione, ed favorisce l’asfissia della pianta e lo sviluppo di fumaggini.

Se ciò non bastasse, l’azione di questo insetto è anche veicolo di virus come il Mosaico del cetriolo e del cocomero, e di altri virus che possono colpire patate, cipolle ed altri ortaggi. Il suo ciclo biologico consente all’afide delle cucurbitacee di dare vita a numerose generazioni. La lotta è essenzialmente di tipo chimico con antiparassitari specifici e viene condotta in caso di grandi infestazioni per non rovinare i frutti.

Photo Credit |Prgdb.crg.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.