Melone, coltivazione verticale e malattie

di Valentina Commenta

Il melone è un frutto dagli alti valori nutrizionali molto apprezzato. E’ una coltura molto diffusa in Italia, anche negli orti fai da te. Affrontiamo insieme il discorso della sua coltivazione verticale e le malattie ed i parassiti che possono colpirlo.

meloni-2

Coltivazione verticale melone

E’ importante sottolineare che per quando si sfrutti di solito una coltivazione orizzontale del melone, il frutto è generalmente in grado di sostenersi da solo. E’ quindi possibile coltivare meloni in verticale. anche semplicemente utilizzando una rete metallica, soprattutto se si sceglie la varietà giusta. Gli esperti consigliano di utilizzare varietà ibride come la middle long life e la long life che hanno una polpa dura. Dare modo alla pianta di melone di svilupparsi in verticale consente di consociare alcuni ortaggi risparmiando dello spazio.  Pensiamo in particolare ad insalate e cipolle. E’ importante non coltivarlo insieme ad altre cucurbitacee o in zolle di terreno dove le stesse sono state per almeno 4 anni.

Parassiti e malattie del melone

Il melone è una pianta particolarmente soggetta a malattie fungine. Le più pericolose sono il pitium ed il verticillium come agenti patogeni. Il primo è diffuso a basse temperature e umidità. La sua comparsa è più rara ed attacca la pianta sul colletto e porta la stessa a marcire.Il secondo apre la strada alla tracheomicosi ed al decesso dell’esemplare.

Essa è vittima anche del mosaico del cetriolo che provoca rallentamento della crescita della pianta di melone e dei meloni stessi, nonché una loro deformazione. Essa è di solito conseguenza dell’infestazione degli afidi.

Photo Credits | nednapa / Shutterstock.com

 

google-max-num-ads = "1">