Astilbe per un cespuglio soffice e colorato

di Redazione

Le Astilbe sono delle piante erbacee perenni appartenenti alla famiglia delle Saxifragacee ed originarie del continente asiatico, da dove poi si sono diffuse in parecchie zone del globo terrestre. Allo stato spontaneo ne esistono diverse specie, da quelle nane a quelle comuni (30-40 centimetri) a quelle giganti, che possono anche raggiungere il metro di altezza.

La forma è quella di un cespuglio tondeggiante parecchio denso, con foglie appuntite dal colore verde scuro e fiori piumosi a forma di piramide, che possono assumere colorazioni diverse (rosa, rosso, bianco o lilla).

Cresce frequentemente allo stato spontaneo, ma viene anche coltivata a scopo ormanentale per decorare giardini e viali o per farne fiori recisi. Come si coltiva? Bastano veramente poche cure per avere la nostra bella pianta soffice, che ci regalerà la sua splendida fioritura nel corso di tutta l’estate.

La collocazione ideale è quella in una zona semi-ombreggiata del giardino, dove riceva i raggi diretti del sole unicamente nelle ore più fresche della giornata. Può essere coltivata anche in una zona completamente all’ombra, ma in questo caso produrrà una fioritura più rada. La temperatura è quella mite delle nostre regioni, sebbene sopporti egregiamente le gelide notti invernali. Il caldo afoso, invece, viene mal tollerato dalle Astilbe ed è proprio per questo motivo che in estate richiedono un’abbondante innaffiatura.

In primavera ed in autunno basterà mantenere il terreno umido, mentre in inverno sarebbe bene interrompere completamente le operazioni di innaffiatura. Le Astilbe si moltiplicano per semina nel periodo primaverile o per divisione di cespi in autunno ed alla fine dell’inverno (se volete sfoltire le vostre piante e creare dei nuovi cespugli, questo è il periodo migliore per intervenire). Per il rinvaso è invece consigliabile muoversi in primavera, mentre la potatura può essere effettuata in tutti i periodi dell’anno, eliminando le parti secche o appassite della pianta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.