Azalea, un tocco di colore per la casa ed il giardino

di Gioia Bò

Siete alla ricerca di una pianta che possa rallegrare un angolo “morto” del vostro appartamento? E allora precipitatevi in un vivaio e puntate diritti verso la zona riservata alla coltivazione dell’Azalea, pianta dal fascino particolare, che regalerà uno spettacolo di colori alla vostra casa.

Appartiene al genere Rhododendron della famiglia delle Ericacee ed è originaria del Nord America e dell’Eurasia. In Italia arrivò intorno al 1800 grazie agli inglesi, che contribuirono a renderla una delle piante più diffuse nel Belpaese.

In natura esistono circa 500 specie di Azalee, più innumerevoli ibridi, coloratissimi e caratteristici, a seconda degli incroci dai quali provengono. In linea di massima le Azalee si possono suddividere in varietà a foglia caduca (l’Azalea pontica e l’Azalea mollis, ad esempio) e varietà a foglia persistente (molto raffinata è l’Azalea kurume, con fiori piccoli e compatti).

Per l’elenco delle numerose specie, vi rimandiamo ad un capitolo a parte, che ci ripromettiamo di scrivere non appena possibile, ma quello che maggiormente ci interessa in questa sede è indicare il modo migliore di coltivare un’Azalea, cosicché la vostra piantina possa regalarvi le giuste soddisfazioni.

Cominciamo col dire che questa pianta ha bisogno di un terreno soffice e ben drenato (l’ideale è un substrato composto da terra di castagno e torba), concimato con materiale ricco di azoto in primavera e con fertilizzante acido in autunno. Per quanto riguarda la collocazione, bisognerà aver cura di posizionare la pianta in una zona luminosa, evitando però i raggi diretti del sole e le fastidiose correnti d’aria.

Le annaffiature dovranno essere frequenti ed abbondanti in primavera-estate, mentre nei periodi più freddi dell’anno l’Azalea non ha bisogno di una gran quantità di acqua. Tenete conto poi che questa pianta mal sopporta l’acqua ricca di calcio, preferendo invece quella piovana.

Come vedete non occorre avere un pollice verdissimo per prendersi cura nel migliore dei modi di un’Azalea. Basta solo qualche piccolo accorgimento e sarete circondati da un’esplosione di colori.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.