Come creare un giardino acquatico sul balcone

di Daniela

Le piante acquatiche sono indubbiamente molto belle e anche l’acqua in sé dona una nota piacevole agli spazi verdi; se vi piacerebbe avere un giardino acquatico ma non avete uno spazio sufficiente ad ospitare un laghetto o una fontana non disperate: anche nel balcone è possibile ricreare un angolo acquatico: bastano un’esposizione soleggiata e un recipiente adatto.

Per allestire un piccolo giardino acquatico è sufficiente avere a disposizione un mastello o una mezza botte con una profondità superiore ai 40 centimetri; vediamo come prepararlo. Innanzi tutto pulite con cura il mastello o la botte prima di riempirli, e rivestiteli con un telo per laghetti; in alternativa potete utilizzare direttamente sul legno un impermeabilizzante per imbarcazioni, ovviamente dopo aver bagnato le pareti per farle gonfiare.

Prima di riempire il mastello posizionatelo nel luogo che avete scelto per il vostro giardino acquatico; l’ideale sarebbe una zona soleggiata, lontana dagli arbusti per evitare che le foglie cadano nell’acqua. Sul fondo sistemate uno strato di ciottoli o qualche mattone per sostenere i contenitori con le radici delle piante acquatiche.

A questo punto sistemate le piante che avete deciso di piantare, magari privilegiando le specie nane viste le ridotte dimensioni del vostro giardino, in piccoli cestelli rivestiti di juta, coprendo le radici con del terriccio adatto alle piante acquatiche, e sistemateli sopra allo strato di ciottoli; a questo punto potete riempire il mastello con l’acqua.

A prescindere dalle dimensioni, un problema comune a tutti i giardini acquatici è il diffondersi delle alghe, che formano una patina verde sul pelo dell’acqua, fenomeno particolarmente accentuato negli stagni di piccole dimensioni. Per limitare la proliferazione delle alghe non serve cambiare l’acqua, basteranno la presenza di piante ossigenanti che consumano i minerali di cui si nutrono anche le alghe e buon equilibrio biologico.

Se volete dare un tocco in più al vostro angolo acquatico, dopo un paio di settimane dall’allestimento del giardino, potete inserirvi anche un paio di pesci rossi, ma attenzione: dovrete preventivare il fatto che durante l’inverno sarà necessrio trasferirli in casa e allestire per loro un acquario, dato che la scarsa profondità del mastello non è sufficiente a proteggerli dal freddo.

Commenti (2)

  1. Ci tengo a ricordare che i pesci rossi sono animali che raggiungono anche i 30 cm di lunghezza, e quindi devono avere parecchi lt d’acqua in cui nuotare, cioè almeno un centinaio di litri (che va bene solo fino a che sono di piccola taglia), inoltre questo contenitore necessita di un filtro adeguato se si vanno ad inserire i pesci.

    1. Ciao! Be’ si è vero che i pesci rossi possono diventare così lunghi ma non è detto che succeda…ti spiego: nel mio giardino ho una vasca piuttosto grande (più o meno 200 lt di acqua) che ospita una decina di pesci rossi e sono sempre rimasti piccoli da quando li ho immersi (e sono passati cinque anni). E’ chiaro che in una tinozza ne metti solo un paio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.