Come ricavare i semi di carota

di Valentina

Oggi vediamo come ricavare dei semi di carota, vi piace l’idea? Questa pianta dalle radici molto gustose è una erbacea biennale che può essere coltivata stagionalmente. Forse non ci crederete ma ottenere i semi dalla Daucus carota,è molto più semplice di ciò che si possa pensare.

Primo fatto imprescindibile: per produrre i semi la pianta deve superare l’inverno perchè solo in questo modo sarà in grado di fiorire. Ed è da questo che dobbiamo partire: dalla fioritura e dalla loro impollinazione. Essa è formata da fiori raggruppati in infiorescenze a forma di ombrello che una volta fecondati si richiudono a nido. Nonostante questi dotati sia di organi maschili che femminili, la fecondazione avviene attraverso gli insetti che vengono attirati dal profumo. Questo processo naturale ci porta al secondo fatto imprescindibile: o si fa in maniera tale di tenere adeguatamente separati gli esemplari, o ci si ritrova con degli ibridi. Per questo motivo nelle vicinanze delle piante di carote, in un raggio di almeno 500 metri attorno all’orto, non devono essere presenti delle carote selvatiche spontanee. Questo per mantenere una certa purezza della carota e non mettere a rischio la germinabilità dei semi. Se non si riesce ad isolare le piante a livello spaziale si può comunque agire proteggendole in maniera alternativa ed in questo caso il tessuto non tessuto rimane la scelta migliore, mettendo delle larve di mosca sotto la copertura. Ci penseranno loro a fecondare la pianta una volta cresciute.

Forse l’abbiamo dato per scontato, ma dicendovi che la pianta deve superare l’inverno lo intendiamo letteralmente. E’ quindi necessario proteggerla. Le scelte sono differenti, ma una buona pacciamatura o la costruzione di un tunnel sarebbero le soluzioni migliori. Dovrete raccogliere i fiori una volta che gli steli inizieranno a seccarsi. Metteteli in sacchetti di carta o stoffa in un luogo ventilato e riparato per completarne l’essiccazione. Ed una volta che gli stessi saranno completamente secchi, sfregateli tra le mani per più volte: i semi si separeranno dal loro involucro. Setacciateli per completarne la pulizia e conservateli in barattoli di latta.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.