Cosa seminare e piantare nell’orto a luglio

di Filomena D'Aniello

Luglio, è il mese della semina: l’orto, si riempie di nuove piante e nuovi frutti. Sono tante e diverse le piante che vengono messe a dimora in estate e che completeranno il loro ciclo prima dell’arrivo dell’inverno. La scelta di cosa piantare e seminare in luglio dipende infatti dal ciclo vitale della pianta: vengono scelte quelle a ciclo rapido, che si sviluppano in pochissimo tempo, cosi da resistere alle gelate del freddo invernale, essendo già ben formate e strutturate. Questo discorso, vale principalmente per le regioni centro-settentrionali, in cui le piogge, la grandine e le gelate, sono più frequenti e significative, in particolare nella stagione autunno/inverno. Nelle regioni del sud e sulle isole, questo tipo di discorso cambia, perché il clima è più mite e favorevole alla crescita e allo sviluppo delle piante.

 

Le piante a ciclo rapido sono: le biete, la lattuga la rucola, gli spinaci, i fagiolini, pomodori, peperoni, prezzemolo, cavolfiore, finocchio, sedano, basilico, carciofi e zucca.

Luglio dunque, è il mese perfetto per la semina a di alcune piante, ma è anche un mese in cui si mettono a dimora le piante per l’autunno e si prepareranno i semezai per le piantine che invece fioriranno in inverno. L’orto in luglio, si riempie sia di semi che poi avranno un ciclo breve di fioritura e si trasformeranno in piantine già in estate, che di piante e ortaggi che poi cresceranno in autunno. E’ un mese ideale, perché il caldo favorisce la messa a dimora, assicurando lo sviluppo della pianta.

 

Le piante che vengono messe a dimora in luglio nell’orto, non richiedono particolari accortenze: trattandosi di un mese caldo, il terreno sarà pronto ad accogliere le piante; le irrigazioni, dovranno essere effettuate con regolarità, evitando ristagni che potrebbero causare il marciume radicale. Anche per questo, è di fondamentale importanza arieggiare il terreno prima della messa a dimora e miscelarlo alla sabbia e alla torba che aiutano a drenare l’acqua in eccesso.

 

L’orto ha uno spazio limitato, per cui, è importante distanziare le piante per far si che non venga ostacolato lo sviluppo delle stesse. E’ molto importante che il terreno venga concimato prima della messa a dimora, con del letame o del concime adatto che favorisca lo sviluppo di microorganismi, utili per la crescita e lo sviluppo delle piante. E’ dunque importante preparare il terreno prima, ovvero in primavera, e poi mettere a dimora le piante distanziate; ogni pianta necessiterà di un preciso distanziamento. Le piante in orto, vogliono il sole per la maggior parte della giornata, ma gradiscono anche qualche zona d’ombra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.