Fiori di ciliegio: è iniziata la stagione in Giappone

di Valentina

E’ ufficialmente iniziata in Giappone la stagione della fioritura dei ciliegi. Come accade fin dal 1953 il servizio meteorologico nazionale ha confermato l’inizio di questo stupendo fenomeno che dura una sola settimana ma che attira turisti provenienti da tutto il mondo.

L’hanami dà il via alla primavera in modo ufficiale. Il riferimento utilizzato per dare il via ai festeggiamenti è rappresentato dai boccioli spuntati sui rami degli alberi di ciliegio che decorano il santuario shintoista di Yasukuni nel centro di Tokyo. La giornata di ieri, 16 marzo 2013 ha rappresentato la data di inizio della stagione più precoce che si sia mai avuta, a pari merito con quella del 2006. Per quanto interessante il fenomeno non bisogna esserne troppo felici: è un effetto del surriscaldamento globale.

Il ciliegio, va ricordato, è un albero sacro in Giappone. Il suo fiore, sakura, indica fragilità ed al contempo rinascita e prende proprio per questo suo significato, un’importanza reale per la popolazione che ama vivere la fioritura in prima persona festeggiando l’evento. Si tratta di un’usanza che può essere correlata alla cerimonia di ammirazione dei fiori di prugno che si celebrava nel periodo Nara, intorno all’VIII secolo. Nel periodo moderno, quello attuale, una tradizione particolarmente sentita è quella della Yozakura, traducibile in “ciliegi serali”. Essa consiste nell’appendere nella settimana di festa per l’inizio della stagione delle lanterne tra gli alberi di ciliegio fioriti e contemporaneamente dare vita ad una sorta di mercatino dove bancarelle di ogni genere offrono divertimenti e cibo.

E’ la parte più colorata dell’hanami ed in un certo senso, quella più attesa perché parte di un progetto di divertimento e di comunione con gli altri e la natura più ampia. Data la grandezza fisica del Giappone, partendo dall’apertura in marzo, si arriva di regione in regione fino ad aprile inoltrato nei festeggiamenti per la fioritura dei ciliegi. Di solito tutto si conclude con la fioritura ad Hokkaido, l’isola giapponese posta più a nord.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.