Fioriture, come prolungarle

di Valentina

Spread the love

I fiori donano gioia e armonia ad una casa, sono belli da vedere sia se trapiantati in un vaso su un balcone che all’interno di un’aiuola di un giardino. Quante volte avete pensato che avreste preferito che la fioritura fosse durata più a lungo? Forse molte volte. Questo stato di cose si può raggiungere, ma attraverso cure e le attenzioni specifiche da mettere in atto.

Ciò che stiamo per consigliarvi farà in modo tale di prolungare di qualche tempo la fioritura delle piantine in vaso, (margherite, garofani, non importa quali siano, n.d.r.) le quali solitamente perdono con facilità colore, e la capacità di fiorire, lasciando la piantina spesso piena di foglie, ma priva di fiori. Non si tratta di metodologie complicate da applicare, ma bisogna avere la costanza di effettuarle accompagnandole a quello che potremmo definire un certo buon senso nella gestione del verde nella vostra casa.

In questo periodo, caratterizzato da alte temperature e da sole a picco, le piantine da vaso sono ovviamente assetate in maniera “spropositata” rispetto alla stagione primaverile. È quindi necessario aumentare le innaffiature in modo tale da rendere il substrato di terra sempre umido. Non incappate, mi raccomando, nell’errore di bagnare i fiori se si trovano esposti alla luce diretta del sole, né attraverso il normale tubo, né attraverso l’utilizzo di nebulizzatori: le goccioline d’acqua che si andrebbero formare sui petali dei fiori e sulla pianta agirebbero come delle lenti in grado di concentrare i raggi solari, portando alla bruciatura dello strato superficiale della pianta.

È importante nel corso della stagione estiva tenere lontani i fiori e le piante dalla luce diretta solare. Ciò non significa però che esse non debbano trovarsi in piena luce, anche senza di essa difficilmente potrebbero crescere normalmente. Per tenerli “freschi” i fiori debbono essere spruzzati leggermente verso la sera, quando con la complicità della notte possono adeguatamente acclimatarsi ed assorbire l’acqua loro necessaria. Non bisogna dimenticare poi di eliminare i fiori le foglie secche ed appassite in modo tale da far passare più luce più aria ai giovani virgulti. Mi raccomando non utilizzate forbici, ma eliminate con le mani, senza troppa veemenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.