Consigli per prolungare le fioriture estive

di gianni puglisi

Fermare il tempo non è possibile: l’estate è destinata a lasciare il posto all’autunno. È possibile però prolungare le fioriture. Onestamente è molto complicato e ci sono tantissime variabili da considerare soprattutto quella del tempo. Quest’anno a causa del maltempo in molte zone d’Italia la natura è un po’ indietro e non è detto che temperature miti o calde a settembre non creino l’illusione di un’estate più lunga.

Detto questo, per alcune piantine, è possibile mettere in pratica qualche consiglio utile. Per esempio, le surfinie si possono mantenere pulendole sempre molto bene. Vuol dire che appena vedete dei fiori appassiti, dovete avere l’accortezza di toglierli. Inoltre, irrigatele sempre con cura. Non deve mai mancare l’acqua e deve essere sempre posizionata in un posto caldo e soleggiato. Un’altra cosa importante è ricordarsi di concimarle durante il periodo di fioritura (un paio di volte la settimana).

In linea di massima, quella di pulire le foglie secche e rimuovere i fiori appassiti è la prima regola per prolungare la fioritura di qualsiasi pianta, anche di quelle aromatiche, come la salvia. Le innaffiature devono sempre essere fatte al tramonto, quando il sole è basso e non può bruciare le foglie o i fiori. Evitate i ristagni di liquidi, quindi se le vostre piante sono in vasi, devono essere bucati sotto per favorire il drenaggio.

Ricordate poi che ci sono piante predisposte alle sfioriture, come la maggior parte dei gerani, e piante destinate invece a durare più a lungo. La Veronica, per esempio, da giugno ad agosto, è un unico e bellissimo fiore.

 

Photo Credit | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.