Le petunie, i fiori della primavera: consigli pratici sulla coltivazione

di Daniele Pace

Coltivare le petunie

La petunia, è una pianta dalla fioritura ricca e vivace, estrosa nei colori e nelle screziature: alcune, con fiori monocolore, spaziano dal bianco, al rosa intenso, al lilla, al viola scuro, al blu, altre screziate, con rigature scure o chiare, o alternanze di colori, sono uno spettacolo naturale tra i più belli offerti dalla natura. Originarie dell’America, le petunie si sono diffuse ampiamente in diverse zone europee, dove il clima mite, favorisce la loro fioritura. Per la loro bellezza, sono utilizzate come piante ornamentali, da terrazza o da balconi, in diverse varietà di colore, nelle loro particolari screziature, per dare un tocco di preziosità e colore allo spazio esterno della casa.

 

Le petunie fioriscono con la primavera, per tutta l’estate fino all’autunno inoltrato. E’ una pianta che sta bene in giardino, nelle fioriere e in vaso, ma la durata della sua fioritura, dipende dalla varietà della pianta, oltre che dalle cure di cui essa necessita. Le petunie necessitano di un costante apporto idrico, anche se necessitano di un clima caldo: il terreno deve restare umido, in particolare nei periodi più caldi, per cui, è necessario irrigare il terreno in modo regolare.  I ristagni d’acqua, sono invece da evitare, perché potrebbero appesantire il terreno e danneggiare le radici. L’esposizione al sole, è necessaria, ma è preferibile scegliere una zona ombreggiata per le ore più calde.

 

Le petunie, necessitano di concimi che non siano a base azotata; per favorire una fioritura ampia e vivace, è preferibile scegliere un prodotto a base di fosforo e potassio. Questo tipo di operazione non va effettuata poco dopo la semina, e con una cadenza regolare di due o tre settimane.

Le petunie, sono piante delicate, che potrebbero appassire o rallentare la loro fioritura a causa degli sbalzi di temperatura, di acquazzoni, improvvisi cali di temperatura. E’ dunque necessario proteggerle, o rimediare in seguito con un’operazione di potatura e di rinvaso. Se il terreno è eccessivamente bagnato, è necessario esporre la pianta alla luce del sole ed effettuare una concimazione, cosi da favorire una più rapida ripresa della fioritura.

 

Le petunie, possono essere attaccate da parassiti, tra cui il ragnetto rosso: per evitare che la pianta venta attaccata, è consigliabile utilizzare degli antiparassitari naturali, o intervenire con dei prodotti chimici che preservino la fioritura. Per la sua esplosiva bellezza, le petunie possono essere utilizzate anche nei bouquet sposa, insieme ad altri fiori, per dare un tocco di colore e originalità e vivacizzare sia l’abito che la stessa composizione floreale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.