Trionfi di colori: i ciclamini e le loro meravigliose tonalità

di Daniele Pace

Colori dei fiori di ciclamino

Il ciclamino è una pianta di origine greca, la cui coltivazione, si è diffusa ampiamente in diverse zone dell’Europa. Il ciclamino selvatico, cresce spontaneamente nelle zone fredde e si caratterizza proprio per la sua resistenza alle gelate, tipiche del periodo invernale. Il ciclamino ornamentale, a differenza di quello selvatico, vuole una temperatura più dolce, e si adatta meglio alla coltivazione in vaso. In natura, ci sono diverse varietà di ciclamini questa pianta, che si caratterizza anche per la bellezza dei suoi fiori, delicati e coloratissimi.

 

Le foglie hanno una colorazione di un verde intenso e con delle piccole sfumature nel bianco; hanno la forma di un cuore e danno alla pianta una forma rigogliosa e protettiva: al centro di questo cuore di foglie si innalza uno stelo delicato su cui sbocciano i fiori coloratissimi. Questi, possono essere ondulati, frastagliati o anche lisci, a seconda della varietà; i colori variano dal bianco, al rosa intenso, al rosso al violaceo. Esistono tre varietà che permettono di classificare questa pianta: l’Hederifolium, i cui fiori variano dal bianco, al rosa chiaro, al rosa sgargiante, al fuxia; il Repandum, che ha fiori che variano dalle tonalità del rosa, fino ai rossi vivi e brillanti; il Purpurascens è rosa, ed è l’unica varietà che profuma tra tutte.

 

Per coltivare i ciclamini in vaso in giardino, sarà necessario scegliere un terreno ricco di humus misto a sabbia: questo andrà riposto in una cassetta, e nel terreno stesso andranno piantati i semi, che germoglieranno dopo un paio di settimane. I ciclamini ornamentali, necessitano di un clima gentile e di protezione dalle gelate, per cui, vanno piantati ai piedi dei grandi alberi, da cui ricevono ombra e protezione, o in vaso, andranno riposti in un punto che sia leggermente ventilato e ombreggiato.

Generalmente nel periodo estivo, i ciclamini tendono a sfiorire per poi sbocciare nuovamente in autunno e conservare la loro fioritura per tutto l’inverno. Quando le foglie iniziano a cadere, la pianta inizierà ad appassire, per cui sarà necessario eliminare la parte aerea, cosi da favorire ilo spuntare dei nuovi germogli. Le annaffiature andranno effettuate con costanza, irrigando prima il sottovaso, e lasciando il terreno parzialmente umido, ma senza mai eccedere, poiché l’eccesso d’acqua, potrebbe favorire lo sviluppo di funghi.

 

I ciclamini sono piante che non necessitano di particolari accorgimenti, fatta eccezione della ricezione della luce e dell’ombra e dell’eliminazione delle foglie secche e dei fiori appassiti. E’ una pianta abbastanza longeva, ma soprattutto di grande bellezza: i suoi fiori colorati, spezzano il grigiore invernale.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.