“Orti ad arte” 2016 ed i frutti antichi

di Valentina

Orti ad Arte” è una delle manifstazioni italiane dedicate all’orto ed all’agricoltura più interessanti tra quelle presenti sul territorio per i focus che la stessa porta all’attenzione dei potenziali visitatori. Quest’anno quello più curioso è sicuramente quello dei frutti antichi.

Domenica 12 avverà infatti la presentazione del libro “L’orto della Bibbia, guida alla scoperta di frutti e ortaggi antichi in via di estinzione” a cura della biologa Marilena Roversi Flury e del giornalista Fabrizio Morea. Un modo per chiamare in causa non solo il ruolo di alcune piante in contesti distanti da quelli che viviamo ma anche una possibilità di riscoprirle imparando di più su quelle varietà di piante da frutto che vengono ormai coltivate in modo autoctono e limitato perché non particolarmente adatte ad una grande distribuzione ma non per questo spettcolari dal punto di vista organolettico.

Nel corso di “Orti ad Arte”  i vivaisti e produttori, scelti apposutamente per l’occasione, porteranno negli spazi di villa Panza a Varese una grande varietà di frutta e verdura fresche, biologiche e di stagione. Esse verranno accompagnate anche da conserve, liquori, marmellate e sementi. Attrezzi da giardinaggio ed alberi da frutto verranno messi in vendita: chiunque vorrà lasciarsi coinvolgere da questo magico mondo potrà farlo senza problemi.

Quella dei frutti antichi è una categoria dell’agricoltura che può rivelarsi molto soddisfacente anche se forse non sempre redditizia. Ma il prendersi cura di vecchie cultivar, riportarle alla scoperta degli appassionati mainstram contribuisce senza dubbio a riportare alla luce ed alla conoscenza di tutti una parte importante della nostra storia naturale che non dovremmo dimenticare.

Photo Credits | Vlad Siaber / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.