Manuale ragionato per la coltivazione dell’orto

di Mariposa

Fare l’orto è un’arte, un passatempo, un diversivo e soprattutto è un impegno. Può sembrare facile, ma non lo è. Ci vuole una guida. E da oggi c’è. Il libro Manuale ragionato per la coltivazione dell’orto è a firma di Stefano Montello, musicista, agricoltore e responsabile di una fattoria sociale in provincia di Udine (Volpares).

È il punto di incrocio fra i quattro elementi (terra, acqua, aria, fuoco) e i cinque sensi (olfatto, udito, tatto, vista, gusto). Per fare di un orto con la ‘o’ minuscola, un Orto con la ‘O’ maiuscola, bisogna essere dotati di una buona e sana costituzione fisica e psichica, ovvero di curiosità, costanza, dedizione, passione, forza e un po’ di follia.

Questa l’anima del volume, che incrocia diverse discipline: agronomia, filosofia, geometria e poesia (perché nella prefazione c’è una nota del poeta Pierluigi Cappello). Attenzione però perché qui s’impara a fare l’orto tradizionale, non si cavalcano le nuove tendenze, tipo l’orto sul balcone. Com’è strutturato il testo? È composto da 17 schede per la coltivazione di frutti e ortaggi.

Oltre alle indicazioni fondamentali sulla strumentazione adeguata. Per esempio, si consiglia di avere una motozappa, quattro lamiere per costruire un riparo per gli attrezzi agricoli e soprattutto la passione. L’orto porta via tanto tempo, non si fa per soldi e soprattutto non si può abbandonare. È un testo delicato, quasi romantico che racconta un piacere della vita e non solo. Trasforma l’arte dell’orto in una metafora della vita, in una forma di conoscenza di cultura.

Info:

  • Stefano Montello
  • Manuale ragionato per la coltivazione dell’orto
  • con una nota introduttiva di Pierluigi Cappello
  • Edito Forum Editrice
  • anno 2014
  • prezzo consigliato 14 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.