Orto, come raccogliere gli ortaggi d’estate

di Valentina

L’estate rappresenta uno dei momenti più soddisfacenti per tutti coloro che coltivano un orto. Sono diverse le piante che raggiungono la maturazione in questi mesi: solanacee, leguminose, insalate. Dobbiamo però imparare a raccoglierle nel momento giusto. Ecco come fare.

La prima cosa da imparare è quella di raccogliere sia i frutti, sia gli ortaggi al loro giusto punto di maturazione. Non bisogna tralasciare l’istinto, ma non si può nemmeno pensare di fare una raccolta indiscriminata. E’ bene quindi conoscere la varietà precisa di ciò che si sta/si è coltivato per conoscere quale deve essere il colore o la dimensione giusta dello stesso al momento della raccolta.

Per ciò che riguarda molte solanacee e le leguminose, o ancora piante come il cetriolo o le zucchine, è consigliabile controllare più volte il loro stato di maturazione. Una buona dose di acqua e del sole possono fare davvero miracoli e consentirvi di raccogliere i loro frutti anche più di una volta a settimana.

Importantissimo: non effettuate la raccolta con distrazione, ma utilizzate gli strumenti adatti per eseguirla. Se staccate la parte commestibile del vostro ortaggio dalla pianta in modo sbagliato, rischiate di rovinare la stessa e precludervi successive “fruttificazioni”. In questo senso prestate particolare attenzione alle melanzane, alle zucchine ed ai peperoni. I migliori risultati si ottengono con un coltello di tipo seghettato. E’ bene evitare di “tirare” gli ortaggi per staccarli. Ferite non necessarie alla pianta potranno portare solo problemi di stabilità e crescita alla stessa. In alcuni casi sarà il frutto stesso a staccarsi con facilità una volta maturo. Se raccogliete l’insalata evitate di dissotterrare il cespo, ma tagliate lasciando la base nel terreno: le foglie in questo modo ricresceranno.
Ultimo consiglio, e non per importanza. Scegliete bene gli orari nei quali raccogliere i vostri frutti: ortaggi di mattina presto insalate di sera e quelli più vicini a terra nelle ore più asciutte.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.