Lavori di gennaio, punto della situazione in giardino

di Valentina

L’anno è appena iniziato, e con esso la necessità di fare il punto della situazione al fine di iniziare a mettere in atto tutto ciò che è necessario per preparare il nostro giardino alla primavera. Tra i lavori di gennaio, quindi, il primo da effettuare nel proprio giardino è quello di constatare quale sia la situazione e prepararsi a quelle che, lo scopriremo tra poco, sono le azioni necessarie da attuare.

Tutti noi vogliamo arrivare alla primavera con uno spazio verde curato e decisamente pronto a dare il meglio di se stesso alle piante da noi scelte. Per far si che ciò avvenga, bisogna iniziare a lavorare in tal senso fin da gennaio, sincerandosi di tutta una serie di cose. Prima di tutto le condizioni del terreno. Nel caso in cui il giardino abbia dato spazio in questo mese di “riposo” a delle piante infestanti, è bene armarsi di santa pazienza e nelle belle giornate eliminarle.

Con molta probabilità per avere una primavera colorata avrete piantato dei bulbi nei mesi autunnali. E’ bene eliminare ogni pianta in grado di accaparrarsi il loro sostentamento, in modo tale che la pianta scelta, che siano tulipani o una qualsiasi altra bulbosa primaverile possa sbocciare senza alcun problema di “approvvigionamento”.

In tal senso, gennaio rappresenta anche un ottimo periodo per eventuali concimazioni. In particolare è adatto utilizzare un concime con valori alti di fosforo e potassio, per rafforzare le piante e dare loro il giusto vigore. Per preparare il terreno ad eventuali nuovi vegetali da accogliere si può arricchirlo con del concime organico ben maturo, o con quello granulare a cessione lenta. Quest’ultimo è adatto soprattutto se avete intenzione di effettuare delle messe a dimora fino a tarda primavera.

Se al contrario non avete piantato ancora i bulbi primaverili, sebbene un po’ in ritardo sulla naturale tabella di marcia, siete ancora in tempo.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.