Potare le rose, cosa eliminare

di Redazione

Potare le rose è un atto necessario per renderle rigogliose e permetterne la crescita corretta. Per potare al meglio le rose del vostro giardino non abbiate paura di usare troppo le forbici, ma anzi individuate le parti che devono essere necessariamente rimossi per garantire il corretto sviluppo del resto della pianta: ecco quali sono parti da eliminare nella potatura della rosa.

Per prima cosa eliminate i rami deboli, quelli sottili per capirci, i residui i vecchi rami ormai secchi o comunque troppo deboli per affrontare una nuova fioritura. E’ importante che siate voi con la vostra attività a dare la forma migliore alla pianta, facendo in modo che i rami si sviluppino verso l’esterno, per cui eliminate tutti i rami che invece tendono all’interno e che di fatto impediscono alla pianta di svilupparsi e di aprirsi.

Inoltre andrebbero eliminati anche i polloni ovvero quelle piccole protuberanze che si nascono e crescono direttamente dalla radice della pianta o dal tronco perchè tendono ad indebolire l’arbusto. Infatti questi polloni prevalgono sulla pianta madre e dunque tolgono nutrimenti al resto delle rose: se riuscite ad eliminarli con le forbici bene, altrimenti dovrete operare direttamente sulla radice con una vanghetta, senza però rovinare tutto il resto dell’arbusto.

Foto credits: Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.