Le proprietà del sambuco

di Valentina

Quali sono le proprietà del sambuco? Esso è una pianta molto comune in Italia, quasi sempre presente sotto forma di siepe: sono le sue piccole dimensioni a renderlo tale e praticamente onnipresente sia in montagna che in città.

Il sambuco è una bellissima pianta ornamentale ma è anche perfetto per essere sfruttato dalla medicina popolare come rimedio naturale. Vediamo insieme perché. Per prima cosa bisogna sottolineare che di questa pianta vengono utilizzati sia la pianta che le bacche, ma attenzione, solo la sambucus nigra è commestibile: il sambucus ebulus è al contrario velenoso. Se avete intenzione quindi di piantare il sambuco per le sue proprietà curative fatevi indicare la pianta giusta dal vostro vivaista di fiducia.

Perché è così importante? Ecco la maggior parte dei nutrienti presenti nel sambuco: A, B1, B2, B3, B5, B6 e C, senza contare la forte quantità di flavonoidi, triterpeni, glicosidi, zuccheri e tannini. Parliamo di sostanze benefiche per il corpo che possono essere assorbite in modo diverso. Di solito dai fiori si ottiene un infuso da utilizzare come antipiretico grazie alla sua capacità di far sudare e portare tra l’altro all’eliminazione di tossine.

Foglie e petali infusi possono aiutare a combattere le malattie respiratorie ed a favorire la circolazione sanguigna grazie ai flavoni della pianta. Gli impacchi possono aiutare a lenire il dolore. Le bacche sono ricche di potassio, magnesio, zinco, sodio e calcio e sono un aiuto valido contro la stitichezza se bevute sotto forma di tisana o decotto.

Insomma, il sambuco può essere un ottimo alleato della nostra salute.

Photo Credits | Radka1 / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.