Fiori di acacia e sambuco? Commestibili

di Valentina Commenta

Fiori di acacia e sambuco? Commestibili! Che si voglia decorare una portata adeguatamente o portare in tavola qualcosa di diverso, o si sia alla ricerca di erbe commestibili per combattere la crisi,  queste due fioriture sono perfette per essere consumate.

fiori d'acacia

E’ incredibile quanto della natura non si conosca effettivamente. Acacia e sambuco, due piante completamente diverse tra loro e viste quasi sempre dalla popolazione come qualcosa di esclusivamente ornamentale possono in realtà fare parte della nostra dieta senza alcun problema. Non bisogna aver paura di sperimentare i fiori commestibili in cucina in caso se ne abbia la possibilità. Essi sono parte di un patrimonio naturale, culturale e culinario che non deve essere ignorato. Quando la pianta ne dà la possibilità, va sfruttata al massimo

Fiori di acacia

I fiori d’acacia sono considerati tra i migliori, nell’elenco di quello commestibili. Essi sono facilmente riconoscibili perché sono uniti in un grappolo, le cui infiorescenze carnose e di colore bianco risaltano sulla pianta. Consumarli è molto semplice si consiglia di solito di provare a mangiarli pastellati con un semplice impasto di farina, acqua ed un pizzico di sale. Ovviamente prima di cucinarli devono essere ben lavati e fatti asciugare per poi essere fritti.

Fiori di sambuco

Anche i fiori di sambuco devono essere trattati nella stessa maniera. Si tratta di fiorellini più piccoli, sempre di colore bianco che formano una specie di ombrello. Per prepararli bisogna eliminare la parte più grande. Grazie al loro gusto particolare essi possono essere parte di impasti leggermente più elaborati, sia dolci che salati.

Photo Credit | Pixabay

google-max-num-ads = "1">