Significato dei fiori, la bella di notte

di Valentina

La bella di notte è un fiore notturno. Forse uno dei più belli e presenti nel nostro paese. Talvolta arriva addirittura ad essere infestante per quanto la sua presenza sia difficile da sradicare. Eppure il suo significato è quasi inimmaginabile se pensiamo a questa sua caratteristica. Scopriamolo insieme.

Il vero nome della bella di notte, come molti di voi sapranno è in realtà mirabilis jalapa. Si tratta di una pianta erbacea perenne che nel periodo estivo si esprime in tutta la sua bellezza e scenograficità. Nei confronti di questo esemplare l’apprezzamento non è sempre scontato ed è un vero peccato, visto che molte sue varietà giocano con i colori in modo straordinario. Lo ricordiamo, la bella di notte è un fiore notturno, ciò significa che i suoi fiori si aprono all’imbrunire, regalandoci uno spettacolo grandioso solo nelle ore della notte.

Il suo significato è correlato a questa sua caratteristica: nel linguaggio dei fiori esso significa infatti “timidezza”. E come altro definire una fioritura tanto bella che decide di non farsi vedere alla luce del sole? Vi è una leggenda correlata alla mirabilis jalapa che racconta di come una notte la luna abbia sentito, insieme agli rumori,un pianto lungo e sommesso. Un piccolo pianto che non accennava a fermarsi. La luna dovette fare il giro di tutto il mondo, fino che una notte non trovò il principe delle lucciole vicino ad un pozzo, che piangeva perché lui ed il suo popolo, con l’arrivo della primavera, non avrebbero avuto nessun fiore sul quale posarsi. Certo, gli alberi erano stupendi e loro erano onorate di dare loro luci, sognavano tutte di poter trovare un fiore da illuminare.

La luna tornò al suo posto, e continuò a sentire il piccolo principe piangere e lamentarsi. Fino a che una notte, il figlio Sirio (la stella) non le fece notare che non si sentiva provenire più nessun pianto e le chiese di andare a controllare. La luna trovò il piccolo principe delle lucciole, ormai prossimo alla morte per età, aggravatosi per il dispiacere di non essere riuscito ad esaudire il desiderio del suo popolo. A quel punto la luna commossa, si strappò una ciglia, la pose sul terreno e una pianta, correlata da fiori gialli e fucsia spuntò dal terreno. Il principe riuscì a volare sui suoi petali e lì morì.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.