Come coltivare l’avocado in balcone

di AnnaMaria Commenta

Avete presente quel gustoso frutto verde dal sapore burroso che si usa per fare il guacamole? La prossima volta che mangerete un avocado prestate attenzione a conservare il nocciolo perchè lo potrete utilizzare per coltivare un avocado in balcone.

Coltivare l’avocado in balcone è semplicissimo. Prendete il seme dell’avocado che avete appena mangiato, pulitelo per bene dai residui di polpa. Infilate nel seme 4 stuzzicadenti perpendicolari tra loro e posizionatelo dentro un bicchiere con dell’acqua con la parte più rotonda rivolta verso il basso. In pratica il seme deve stare immerso nell’acqua solo a metà.

> COME OTTENERE UNA PIANTA DAL SEME DI AVOCADO

Adesso dovete armarvi di tanta pazienza ed aspettare che dal seme spunti qualche piccolo germoglio. Ci orrà circa un mese durante il quale dovrete posizionare il seme di avocado in una zona luminosa e riempire il bicchiere di acqua ogni volta che evapora.

> PIANTE DA FRUTTO, L’AVOCADO

Appena avrete la prima fogliolina verde è giunto il momento di interrare il piccolo avocado. Togliete i 4 stuzzicadenti e posizionate il seme con le radici e il germoglio in un vasetto. La pianta ha bisogno di calore e umidità ma il terriccio deve sempre essere ben drenato. In inverno trasferite il vaso in un luogo caldo e soleggiato oppure coprite la pianta con un telo di plastica per evitare gli shock termici.

> L’AVOCADO: FRUTTO, VEGETALE E GRASSO

Adesso non vi resta che aspettare pazientemente che il vostro avocado diventi un bell’alberello dal quale potreste magari assaggiare i frutti. In pochi anni la vostra piantina diventerà uno splendido alberello e potrete gustare i suoi frutti.

google-max-num-ads = "1">