La Digitale, il ditale della Madonna

di Roberta 1

-Digitale

L’origine del nome di queste piante è molto semplice e si riferisce alla forma del loro fiore del tutto simile a un digitus, ossia a un ditale. Nota sin dall’antichità, tanto da essere citata dal poeta Ovidio nelle « Metamorfosi », la digitale è nota per le sue proprietà medicinali, valide soprattutto nelle malattie di cuore, ma non bisogna dimenticare che questa pianta è inclusa fra le specie velenose e quindi deve esser usata solo su prescrizione medica.

Comunemente, essa è nota anche come « ditale della Madonna » o « cornucopia ».

Inutile dire che le stupende infiorescenze della digitale ne fanno una delle piante più apprezzate per la decorazione del giardino e del balcone, purché in vasi abbastanza profondi.

In genere, le digitali stanno bene in gruppo, al centro del tappeto verde, ma si dimostrano altrettanto decorative se disposte in bordure o raggruppate a semicerchio alle spalle di una antica statua. I fiori recisi durano a lungo, ma bisogna avere l’accorteza di raccogliere gli steli quando non tutte le corolle sono ancora aperte, ma già si sono schiusi i primi fiori in basso.

Questa bellissima pianta, dalla fioritura appariscente e prolungata, non sopporta l’eccesso di umidità; basta annaffiarla due volte alla settimana, nella dose di 2 litri di acqua per volta, tanto più che essa vive bene solo a mezz’ombra o anche in ombra assoluta, purché la luminosità sia intensa e la temperatura elevata.

La concimazione si deve eseguire in autunno con fertilizzante di tipo organico e si completa in primavera, irrorando il fogliame ogni 10 giorni con acqua e stimolante ormonico. Queste irrorazioni debbono continuare fino alla apparizione delle spighe coperte di boccioli.

Dopo la fioritura è bene tagliare subito la spiga appassita, per provocare la formazione di altri germogli e di altre infiorescenze, magari meno vistose della prima, ma altrettanto ricche di colore.

Dopo il taglio della prima spiga fiorifera, per affrettare la nascita di altri steli portatori di corolle, è bene irrorare le piante con stimolante ormonico. È opportuno tener presente che la digitale è pianta calcifuga e pertanto desidera terreno acido.

google-max-num-ads = "1">