leonardo.it

Rose recise: come farle durare più a lungo

 
Daniela
4 settembre 2010
Commenta

Un mazzo di rose è un regalo sempre attuale e generalmente molto gradito, a patto di prestare alcune attenzioni, da parte di chi lo dona, nella scelta dei fiori, e nella conservazione del bouquet, da parte di chi lo riceve.

Al momento dell’acquisto dei fiori, chiedete sempre rose in bocciolo perché, anche se vi sembrano meno belle di quelle aperte, dureranno più tempo; le rose più costose in genere durano qualche giorno in più rispetto a quelle economiche, le quali possono piegare il bocciolo senza aprirsi. I fiori vanno acquistati poco prima di consegnarli, in modo da non rovinarli.

Passiamo ora alle accortezze che dovrà tenere chi riceve il mazzo di rose; al momento di sistemare le rose in vaso, osservate se i gambi sono stati tagliati obliquamente: in genere più il taglio è obliquo e maggiore sarà la superficie dalla quale il fiore potrà ricevere nutrimento, cioè assorbire l’acqua dal vaso. Se il taglio non è obliquo, per effettuarne uno nuovo che risponda a queste caratteristiche, dovrete usare un coltello anziché le forbici per evitare di schiacciare i vasi linfatici che favoriscono la risalita dell’acqua.

L’acqua del vaso nel quale sono state sistemate le rose deve essere cambiata ogni giorno, oppure due volte se le temperature sono molto alte; il livello dell’acqua deve essere poco inferiore alla metà del gambo. Molto importante è anche eliminare le foglie che si trovano immerse nell’acqua che, marcendo, potrebbero sporcarla. Quando cambiate l’acqua, accorciate i gambi delle rose di mezzo centimetro, effettuando questa operazione sotto un getto d’acqua.

Soprattutto durante i periodi di grande caldo evitate di porre i mazzi di rose nei pressi di una finestra aperta; se il mazzo è di piccole dimensioni e il vaso non troppo ingombrante, di notte può essere sistemato in frigorifero, per godere di una buona temperatura, a patto che non scenda mai al di sotto dei 5°C. Se ciò non è possibile, basterà spostare il mazzo di rose nella zona più fresca della casa.

Se vi assentate da casa per più di un giorno e non potete cambiare l’acqua al mazzo di rose, utilizzate i conservanti per fiori recisi che contengono acidificanti, antifungini e zuccheri. Questi prodotti si trovano nei vivai o nei garden center e vengono venduti in pacchetti con bustine monouso.

Articoli Correlati
YARPP
Fiori, come far durare a lungo quelli ricevuti a San Valentino

Fiori, come far durare a lungo quelli ricevuti a San Valentino

Se siete delle donne e potete contare su un compagno od innamorato dolce ed attento, sicuramente accanto al vostro letto al momento sarà posto un bel mazzo di fiori recisi […]

Albero di Natale: come farlo durare a lungo

Albero di Natale: come farlo durare a lungo

Ormai il Natale è passato ma non per questo dovete dimenticare l’abete che vi ha accompagnato durante queste giornate di festa, rendendo più allegra la casa grazie alle sue colorate […]

I fiori recisi durano più a lungo se immersi un po’ in acqua calda

I fiori recisi durano più a lungo se immersi un po’ in acqua calda

I fiori in vaso sono senza dubbio molto belli e non mancano mai di rallegrare con eleganza qualunque ambiente domestico. Peccato però che abbiano, nella gran parte dei casi, una […]

Surfinie e petunie: come farle durare di più

Surfinie e petunie: come farle durare di più

In questo periodo, i vivai propongono vasetti di petunie e di surfinie da collocare in contenitori più adatti ad essere collocati sui davanzali o bei balconi: queste annuali, infatti, insieme […]

Come far durare più a lungo le piante annuali

Come far durare più a lungo le piante annuali

Come vi abbiamo spiegato qualche giorno va, le piante annuali sono quelle dopo la semina compiono un ciclo vitale di 12 mesi, ovvero fioriscono e muoiono nell’arco di un anno. […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento