Cannella, usi e proprietà

di gianni puglisi

La cannella non è una spezia utile soltanto in cucina per arricchire molti piatti e preparare degli ottimi dolci: è anche un prezioso alleato per prevenire e combattere diversi disturbi e, proprio per questo, viene usata in fitoterapia fin dall’antichità.

Le proprietà benefiche della cannella si devono ai suoi componenti: questa preziosa spezia, infatti, è composta da proteine, zuccheri, fibre, acqua e diversi minerali, tra i quali il calcio, il ferro, il fosforo e il potassio; buono anche il contenuto di vitamine e di aminoacidi.

A differenza di altre spezie, la cannella si ricava direttamente dai rami o dai piccoli fusti della pianta, in quanto si usa solo la parte interna della corteccia che, una volta tagliata viene essiccata; mano a mano che si secca, la parte esterna viene tolta fino ad arrivare alla classica forma a tubo della cannella. La qualità della cannella dipende dall’età dei rami dalla quale si ricava: più la pianta è giovane e più la qualità della spezia è migliore.

Dal punto di vista fitoterapico la cannella è un antisettico naturale, in gradi di combattere virus, fughi e batteri, per questo viene utilizzata come ingrediente di colluttori e dentifrici. Alcuni studi, inoltre, hanno dimostrato la capacità della cannella di regolare gli zuccheri nel sangue, rivelandosi così particolarmente utile a chi soffre di diabete e di iperglicemia.

La cannella è utile anche per favorire la digestione, contro la fermentazione addominale e contro le infezioni delle vie urinarie. Non è finita qui: grazie al suo effetto stimolante, la cannella può essere usata per alleviare la spossatezza dovuta all’influenza o alla dissenteria, ed è utile anche per uso esterno come disinfettante.

Da non dimenticare l’uso in cucina della cannella, dove viene impiegata per aromatizzare piatti dolci e salati. Nella medicina tradizionale cinese e in quella Ayrvedica, la cannella viene usata per contrastare i dolori mestruali e i disturbi legati al freddo grazie al suo effetto riscaldante. Nell’antica Roma la cannella veniva considerata una spezia afrodisiaca e nel Cinquecento l’effetto stimolante a livello sessuale fu definitivamente confermato.

Infine, una curiosità: alcuni studi sembrano confermare il fatto che la cannella sia utile per combattere la fame nervosa e, quindi, risulterebbe particolarmente utile per chi segue una dieta dimagrante.

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.