Come forzare i bulbi

di Daniela

In questo periodo la forzatura dei bulbi è un’operazione molto diffusa dai vivaisti per ottenere delle piante fiorite da vendere nel periodo di Natale. Generalmente, quando si pensa alla forzatura dei bulbi vengono subito in mente i giacinti, ma da qualche hanno vengono forzati anche diverse varietà di narcisi, di muscari, di fritillarie e anche di tulipani di taglia piccola.

La forzatura dei giacinti, quindi, non è l’unico tipo di forzatura possibile e, cosa più importante, si può fare anche a casa in modo da ottenere splendidi fiori per Natale senza doverne acquistare di nuovi.

Come forzare i bulbi

I bulbi a fioritura primaverile per entrare in vegetazione hanno bisogno di freddo, il processo si chiama vernalizzazione ed è quello che accade se vengono lasciati nel terreno per tutto l’inverno; questo processo può essere indotto anche a casa, riponendo i bulbi in frigorifero all’interno di un sacchetto di plastica nero da sistemare nel reparto nel quale di solito si conserva la verdura, ovvero in quello più umido e freddo. E’ importante mettere i bulbi all’interno del sacchetto di plastica perché serve ad impedire che essi di appassiscano e si disidratino.

Dopo quaranta giorni, quando i germogli inizieranno a spuntare, i bulbi vanno posti in un terriccio leggero e ben drenato da mantenere a un buon livello di umidità; dopodiché vanno ricoperti con il terreno e tenuti al buio fino a quando non spunteranno le sommità e a quel punto potranno essere coltivate come normali piante da appartamento.

Come coltivare i bulbi forzati

Per quanto riguarda la coltivazione dei bulbi forzati, ricordate che la posizione del vaso è molto importante perché le piante tenute in mezz’ombra tendono a svilupparsi poco, pertanto prediligete un’esposizione luminosa.

Al termine della fioritura, invece, la pianta va spostata in un luogo più fresco, come una stanza senza riscaldamento oppure una serra; continuate a coltivare il bulbo anche se sarà rimasto con le sole foglie, in modo da farlo rigenerare e pronto da essere utilizzato in un secondo ciclo. Proprio per questo aggiungete all’acqua di annaffiatura del fertilizzante liquido per piante verdi a metà del dosaggio indicato; infine, non appena il terreno non sarà più gelato, potrete trapiantare i vostri bulbi in giardino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.