Ipomoea violacea, le proprietà dei semi

di Mariposa


L’ IIpomoea violacea produce un fiore meraviglioso, che può sembrare ideale per dare un tocco blu o viola intenso ai propri balconi. È molto importante fare attenzione però ai semi, che se apparentemente innocui possono in realtà essere molto pericolosi, per il livello di tossicità. Sono stati definiti un LSD naturale, perché contengono l’ammide dell’acido lisergico (conosciuto come LSA), che è un allucinogeno.

I danni alla salute non sono ancora molto noti, almeno quelli a lungo termine, perché a breve ovviamente si ha stordimento, allucinazioni, perdita dell’orientamento, tachicardia, ecc. quando si può essere soggetti a questi problemi? Bastano soli 2 semini. LSA è contenuta nelle tabelle delle sostanze psicotrope, quindi ne è vietata la vendita, ma i semi essiccati della pianta sono in libera vendita sul mercato. Ci sono siti che ne reclamizzano gli effetti da “sballo”.

Questo è un dato di fatto ed è anche un motivo per cui bisogna fare davvero molta attenzione, a non confondere questa pianta con le “sorelle buone”, l’Ipomoea bonariensis originaria dell’Argentina e l’Ipomoea pandurata dell’America settentrionale. In molte zone si chiamano semplicemente campanelle (o Morning Glory), e si tratta di un piccolo arbusto rampicante dal colore meraviglioso. È tappezzante e fiorisce per tutta l’estate.

L’ipomoea violacea è considerata al pari della salvia divinorum, il peyote, la Rivea corymbosa e l’Argyreia nervosa, tutte specie che seppur molto belle è preferibile non coltivare e di cui è meglio non acquistare i semi online, anche se facilmente reperibili a costi davvero piccoli. Inutile rischiare la salute per un tocco di blu.

Photo Credit | Thinkstock

Commenti (1)

  1. Ciao vorrei capire la differenza tra l’ipomea violacea e l’ipomea tricolor, mi puoi aiutare? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.