Semi di Chia, proprietà e origine di questo elisir di lunga vita

di gianni puglisi

I semi di Chia hanno un’origine antichissima. Sono stati utilizzati per la prima volta come elemento base della nutrizione in America Centrale nel lontano 3500 a.c. Da dove derivano? La Chia è una pianta erbacea delle Lamiaceae, come la menta, il timo, il rosmarino e l’origano e proprio per questo motivo è chiamata anche Salvia Hispanica (è coltivata soprattutto in Messico e nelle zone centrali del Guatemala).

È una pianta molto resistente perché sopravvive a situazioni climatiche avverse come la siccità e un terreno troppo acido, mentre non tollera il freddo (temperatura minima sopportato è 15 gradi): ha infatti bisogno di molto sole. Si può coltivare anche in vaso, purché non sia mani nascosta nell’ombra. La Chia fiorisce soprattutto in estate, da luglio fino alla fine di settembre.

I fiorellini sono molto carini, abbastanza scuri con macchie grigi. Sono ermafrodita, con organo quindi sia maschile sia femminile. La pianta può raggiungere anche il metro e mezzo di altezza. Quando si può seminare? Il periodo dell’anno migliore è l’inizio di marzo. I semi si possono raccogliere molto facilmente a mano, possono essere conservati per anni, senza che perdano il sapore e le proprietà nutritive.

Ogni seme può generare i germogli prima e la pianta matura poi. Le sostanze nutritive del seme aumentano sensibilmente durante il processo di germogliazione producendo inoltre enzimi, sostanze vive fondamentali per la digestione e il metabolismo. Sono ricchi di Omega 3, proteine, minerali, vitamine (soprattutto A), fibra, antiossidanti e acido alfalinolenico, tutti elisir di lunga vita.

 

Photo Credits | Shutterstock / mchin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.