Orto, come eliminare le lumache

di Valentina

Coltivare un orto significa anche avere a che fare con i parassiti. Con l’arrivo della stagione piovosa le lumache si moltiplicano a livello esponenziale mangiucchiando qua e là le nostre verdure. Vogliamo vedere insieme un metodo del tutto naturale per combatterne la diffusione?

La soluzione in questo caso sia in presenza di chiocciole che di lumache senza guscio, può essere trovata nel caffè. Un metodo del tutto naturale che consente di non utilizzare gli anti-lumache sintetizzati chimicamente che possono rivelarsi pericolosi sia per l’uomo che per gli animali domestici che potrebbero imbattersi casualmente in queste sostanze. In particolare l’utilizzo di caffè si rivela perfetto per proteggere naturalmente la cicoria, la lattuga e tutti quegli ortaggi a foglia che le lumache prediligono come loro pasto. La caffeina, (ed attenzione, esiste uno studio specifico condotto dal Dipartimento del servizio di ricerca di Agricoltura degli Stati Uniti a dimostrarlo, N.d.R.) è in grado sia di allontanare che di uccidere definitivamente questi piccoli parassiti.

E’ il contatto stesso con il caffè a risultare velenoso per le lumache con e senza guscio. Ed ancora più importante,non ne servono grandi quantità e non ha alcun effetto su altri insetti in realtà utili per l’orto ed in generale come i ragni e le coccinelle. Tranquilli, non servono particolari impacchi o soluzioni. Basta preparare un normale caffè, magari concentrato o prepararne un infuso con un pentolino (diciamo sui 100 g di caffè per mezzo litro di acqua, N.d.R.) da filtrare e nebulizzare sulle piante.

Come vedete l’approccio è molto semplice, poco dispendioso e decisamente alla portata di tutti. Unico “contro” della questione è che parliamo di una sostanza idrosolubile. Motivazione per la quale soprattutto in caso di cattivo tempo, è consigliato riproporre la nebulizzazione più volte al giorno. Si può provare anche con i fondi di caffè ma attenzione in quel caso: le formiche sembrano esserne attratte.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.