La Dracaena Marginata perde foglie: cosa fare?

di AnnaMaria

La Dracaena Marginata è una pianta da appartamento a crescita lenta originaria di regioni tropicali dell’Africa e dell’Asia, ha un fogliame molto ricco e verde scuro, le foglie sono lunghe e a forma di lancia e presentano un accrescimento a ciuffi. Il fogliame non appassisce mai perchè la pianta è una sempreverde.

La Dracena Marginata può arrivare a misurare un paio di metri d’altezza ma può capitare che per qualche particolar emotivo cominci a soffrire o manifestare qualche problema alle foglie. Vi spieghiamo a cosa possono essere dovuti i problemi della Dracaena Marginata.

> GUIDA AL GIARDINAGGIO: LA DRACAENA MARGINATA

La Dracaena ha le foglie gialle e secche

Se siete sicuri che la pianta sia posizionata in un luogo adatto della casa, abbastanza umido e non troppo freddo e in contatto con la luce del sole, allora il problema potrebbero essere le innaffiature. La Dracaena infatti non è una pianta che necessita di molta acqua. Le innaffiature devono essere misurate, senza che l’acqua arrivi mai al sottovaso, e si devono fare solo quando il terriccio è asciutto. I tempi di irrigazione variano in base alla temperatura dell’appartamento e possono oscillare tra i 10 ed i 15 giorni ma senza alcuna scadenza fissa.

> DRACENA, VARIETA’ E CURE

La Dracaena ha le foglie afflosciate

Trattandosi di una pianta di origini tropicali, la Dracaena soffre in ambienti con temperature al di sotto dei 15°C. Attenzione quindi a trovare il luogo ideale della casa, evitando le verande e gli ambienti esterni se la temperatura scende troppo. In estate, una volta al mese o due, si può anche concimare la pianta con un apposito concime liquido per piante d’appartamento.

Photo Credit| Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.