La palma nana: come si coltiva in giardino

di Daniele Pace

È una pianta che ama il sole, e solo nelle giornate molto calde va messa in penombra. Inoltre, l’inverno possono sopportare il freddo, anche se non per lunghi periodi.

 La palma nana è una bella pianta da coltivare facilmente in giardino. Ha il nome scientifico di Cycas revoluta, e può essere coltivata anche in appartamento. Si tratta di una sempreverde asiatica molto antica, oggi presente in tutto il mondo. È perfetta per il giardino in quanto nana, e quindi non occupa molto spazio e può essere sistemata anche in un piccolo giardino.

La pianta può essere o solo maschio, o solo femmina, con fiori diversi tra loro. Viene considerata una pianta primitiva, data la sua antica origine, ed è da sempre coltivata a scopo ornamentale. La sua origine risale addirittura al Mesozoico.

È una pianta che ama il sole, e solo nelle giornate molto calde va messa in penombra. Inoltre, l’inverno possono sopportare il freddo, anche se non per lunghi periodi. Per questo è preferibile coltivarle in vaso e all’interno nel nord Italia, mentre a sud, dove difficilmente si scende sotto lo zero per molto tempo, può essere coltivata tranquillamente in giardino.

La coltivazione in giardino

Al sud la pianta resiste anche sotto al sole, e necessita di molta luce. Il tronco può arrivare ai 35 cm di diametro, con eleganti foglie. In caso di siccità, la pianta resiste molto bene anche se le foglie tendono a fermare la crescita. Da primavera fino all’autunno è quindi meglio annaffiare un paio di volte a settimana, se c’è molto caldo, e la palma va piantata in terreni ben drenati.

Durante la ripresa vegetativa, è bene concimare il terreno una volta al mese, usando prodotti che contengano molto ferro. Una volta diventate adulte, le palme nane diventano molto più indipendenti. Due volte l’anno va nutrita con concime granulare a lenta cessione. Nel terreno mettete pomice, o agriperlite, o sabbia, o argilla in modo che non crei ristagni d’acqua. Se volete delle altre palme, basta acquistare i semi e piantarli all’inizio della primavera in vaso piccolo. Se avete due piante, ricordate che vi serve un maschio e una femmina, per l’impollinazione.

La palma soffre per alcune malattie e parassiti, e spesso si ammalano segnando il loro stato con le foglie gialle. Questa manifestazione può essere però anche dovuta a troppo fertilizzante o troppa acqua. Controllate dunque il drenaggio e riducete il fertilizzante.

Se le foglie gialle permangono, può darsi che la palma è stata attaccata dalla cocciniglia, che potrete sconfiggere con un insetticida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.