La potatura del limone: suggerimenti e tecniche

di Daniele Pace

Come effettuare la potatura del limone

La potatura è un’operazione necessaria per favorire il rinnovo della pianta, ma che cambia a seconda di una serie di variabili quali l’età della pianta, delle sue condizioni e dei risultati che si intendono ottenere. La potatura del limone, può essere di due tipi, di riforma e di produzione: la prima potatura è di tipo estetico, mentre la seconda favorisce il processo rigenerativo della pianta. Il limone è una pianta sempreverde, per cui le foglie, hanno la specifica funzione di fungere la riserva delle sostanze nutritive.

 

Per questo motivo, la potatura, va effettuata prendendo in considerazione questo particolare aspetto: l’eliminazione di rami e di foglie, impedisce alla pianta una nuova fioritura, per cui, soprattutto se si tratta di una potatura di produzione, è importante valutare bene la scelta dei tempi e la scelta dello stato della pianta. Il periodo di maggiore produttività è a marzo, periodo durante il quale, inizia la fase di fioritura. In questo periodo in particolare, la potatura è fortemente sconsigliata, perché andrebbe a danneggiare una pianta che in realtà sta per sbocciare e fruttare.

 

E’ sconsigliabile dunque scegliere il periodo che va da febbraio a marzo, ma anche i periodi troppo freddi o troppo caldi sono da evitare. Il tempo ideale per la potatura dei limoni, è quello della primavera inoltrata. E’ in questo tempo, che gli alberi possono essere alleggeriti, preparandosi cosi al rinnovamento e ad una nuova fioritura.

La potatura del limone, cosi come di tutte le piante di agrumi, va effettuando seguendo dei criteri precisi:

-Eliminare i rami più deboli che con il tempo tenderebbero a incurvarsi sotto il peso dei frutti, alterando la naturale forma della pianta.

-Eliminare i rami intrecciati, che allo stesso modo tenderebbero a deformare la struttura tondeggiante della pianta.

-Potare i rami che vanno verso l’interno e i rami eccessivamente alti, sui quali i limoni crescerebbero causando comunque un’incurvatura della pianta.

-Effettuare una potatura finalizzata a dare ai rami la stessa altezza; prediligere la forma tondeggiante.

Anche nell’agrumeto saranno valide le stesse regole di potatura: non bisogna mai intervenire sulla pianta quando la temperatura è sfavorevole; è importante inoltre lasciare i rami bassi che sono i più produttivi ed invece è importante eliminare i cosiddetti succhioni, ovvero i rami alti; anche i rami centrali dovranno essere sfoltiti cosi da permettere il riciclo dell’aria e la fioritura dei limoni anche all’interno della stessa chioma della pianta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.