Lampadine a LED: perché utilizzarle sempre

di Redazione Commenta

Negli ultimi tempi le lampadine LED si sono sempre più diffuse. Da piccoli dispositivi di forma bizzarra, in barre o strisce, si sono trasformate anche in lampadine più simili a quelle tradizionali, perfette da inserire anche nelle lampade e nei lampadari che abbiamo in casa. Ma sono veramente così economiche come vogliono farci credere?

Lampadine a LED, cosa sono
Un tempo per illuminare la casa avevamo a disposizione esclusivamente le tradizionali lampadine a incandescenza, con il classico filo di metallo surriscaldato tramite l’energia elettrica. Raramente utilizzavamo anche le lampade al neon, oggi usate solo in ambito industriale. Sono poi state sviluppate le lampade a basso consumo, ossia a fluorescenza, il cui funzionamento è più simile a quello dei tubi al neon. Oggi anche queste sono state soppiantate dalle lampadine al LED. Queste lampadine sfruttano le caratteristiche di particolari materiali, che emettono fotoni se vi si applica un potenziale elettrico. In effetti non si tratta di lampadine, nell’accezione tradizionale del termine, ma di minuscoli diodi colorati. Sono oggi però disponibili anche modelli più simili alle lampadine di un tempo, con filamenti a LED.

Consumano meno delle altre
Una lampadina al LED, a parità di luce emessa, consuma circa il 70-80% in meno rispetto a una omologa a incandescenza e circa la metà rispetto a quelle a fluorescenza. Inoltre sono prodotte evitando l’utilizzo di sostanze tossiche o pericolose, per le quali era necessario smaltire le vecchie lampadine con metodi molto costosi e potenzialmente pericolosi. In più hanno il vantaggio di durare a lungo e di fare una luce di molti colori diversi, variabili a piacere. Volendo è quindi possibile installare in casa un impianto che fa luci multicolori, oppure scegliere una particolare tonalità di bianco per illuminare tutta la casa. I vantaggi sono quindi molteplici a parte l’unico piccolo difetto di queste lampadine, ossia il loro costo che oggi è ancora abbastanza elevato. A conti fatti però stiamo parlando di un investimento che ci permette di spendere meno nel tempo, sia per la sostituzione delle lampadine, sia per la corrente elettrica impiegata per utilizzarle.

Le offerte delle compagnie di servizi
Conviene anche ricordare che alcune compagnie di fornitura di energia elettrica propongono ai loro clienti dei pacchetti di lampadine a LED in forte sconto, come ad esempio fa Iren gas e luce. Uno dei prodotti di punta di Iren è proprio il led (vedi sito), una tecnologia nuova, ma che ormai è diffusa in tantissime abitazioni e anche in ambito pubblico. Queste nuove lampade sono così interessanti dal punto di vista del risparmio energetico che molte municipalità hanno cominciato ad installarle anche per l’illuminazione stradale. Con i pacchetti delle aziende di fornitura di servizi si ottiene un forte risparmio già al momento dell’acquisto delle lampadine, in modo da rendere la migrazione al LED ancora più economica. Il consumo poi si ridurrà in modo drastico sin dal primo giorno di installazione, consentendoci un risparmio sensibile, che alleggerisce ampiamente la bolletta bimestrale. Se le lampadine a Led vengono poi installate in tutti i lampadari e in tutta l’illuminazione domestica è chiaro che il risparmio è ancora più elevato.

google-max-num-ads = "1">