Tavoli in legno di design: uno stile naturale per la casa

di gianni puglisi Commenta

Tavoli in ferro e legno massello

Non è sempre facile scegliere il tavolo per la sala da pranzo o per la cucina. Infatti bisogna sempre ricordare che la scelta del tavolo è determinante, in quanto è un elemento essenziale dei nostri ambienti interni. Il tavolo è capace di dare uno stile molto particolare alla stanza in cui lo posizioniamo. Proprio per questo motivo, potremmo affidarci a degli esperti per non commettere errori.

Quale stile adottare per arredare

Molti si chiedono se bisogna seguire uno stile particolare anche per capire il giusto abbinamento di tavolo e sedie. In realtà possiamo dire che non esistono delle regole predefinite. Tutto sta anche nel gusto e nell’esperienza personale, nel voler delineare gli accostamenti che siano in linea oppure che formino degli elementi di contrasto.

I vari stili si differenziano per la capacità che gli arredamenti hanno di dare spazio e luce alla camera e di creare all’interno di essa un’atmosfera molto originale. Naturalmente, scegliendo il legno, in stile completamente green, potete optare anche per toni chiari o al limite decorati con motivi floreali.

Doopy Design produce tavoli in legno di design e sedie anche in stile naturale, utilizzando materiali ecocompatibili, come ad esempio il legno e il ferro. L’azienda può vantare una grandissima esperienza, da quanto tre amici che lavoravano in settori differenti si sono accorti che potevano far valere le loro capacità comunicative abbinandole ai ritrovati più promettenti forniti dagli artigiani italiani. I giovani designer italiani completano il quadro, progettando dei tavoli di design caratterizzati anche da alcune innovazioni che sono capaci di fare la differenza.

Tavolo rotondo o quadrato?

Un’altra opzione di scelta su cui molti spesso insistono riguarda la possibilità di scegliere tra un tavolo rotondo e uno quadrato. Anche in questo caso non ci sono regole generali e predeterminate che possono essere seguite alla lettera.

Bisogna valutare in base allo spazio disponibile e al design che ci interessa di più. Per esempio, un tavolo quadrato piccolo può rappresentare un’ottima soluzione salva-spazio, ma dovremmo avere cura di scegliere un modello allungabile, in modo da poter disporre di spazio in più, quando ne abbiamo bisogno o nel caso in cui abbiamo degli invitati a cena.

Per le zone esterne, invece, per esempio possiamo utilizzare i tavoli pieghevoli, che spesso vengono venduti in abbinamento anche con le relative sedie, anch’esse pieghevoli, che vengono utilizzate soltanto quando servono. Quindi un tavolo da giardino potrebbe essere proprio il tavolo pieghevole da mostrare in tutta la sua maestosità nel periodo estivo e da chiudere e ritirare durante l’inverno.

Nella scelta della forma del tavolo teniamo conto anche delle tovaglie che abbiamo a disposizione o che intendiamo adottare. Il gioco che si viene a creare attraverso le geometrie più fantasiose può contribuire in maniera fondamentale a creare un’atmosfera ancora più allegra, più chic o easy a seconda delle situazioni, per avere sempre un carattere a sorpresa che caratterizza la nostra tavola imbandita.

È pur vero che oggi si sta perdendo un po’ la tendenza tipica dei pranzi conviviali di una volta, mentre, adattandosi ai ritmi più frenetici della vita quotidiana, ci si limita ad un brunch da consumare velocemente. Ma anche in questo caso non possiamo trascurare la forma del tavolo, visto che a disposizione in commercio abbiamo anche alcuni tavoli che si estendono in altezza, per favorire i pranzi veloci.

google-max-num-ads = "1">