I lavori di maggio alle piante da appartamento

di gianni puglisi

Durante il mese di maggio quasi tutte le piante sono fiorite e la vegetazione è rigogliosa, e le piante, anche quelle da appartamento possono essere spostate all’esterno, pur sempre in una posizione riparata, per godere appieno della luce del sole. Durante questo periodo annaffiate regolarmente tutte le piante e fornite del fertilizzante completo che le sostenga durante il periodo della fioritura; attenzione alla comparsa dei parassiti, che con il caldo inizieranno a farsi vedere.

A proposito di piante da appartamento, molti di voi avranno in casa uno Spatifillo, una delle più tipiche piante da interno; anche questa pianta, non appena la temperatura esterna notturna avrà superato i 15°C, potrà essere portata all’esterno, collocandola in una posizione luminosa ma protetta dai raggi del sole: in questo modo il vostro Spatifillo vegeterà e produrrà nuovi fiori.

Non dimenticate le cure alla Cactaceae: anche se sono piante piuttosto resistenti, potrebbero mostrare alcuni problemi; uno tra quelli più diffusi è il mancato, o stentato, sviluppo: questo significa che è arrivato il momento di cambiare il vaso perché il terreno si è esaurito oppure perché le radici hanno riempito il vaso.

Rinvasare le Cactaceae esige un’operazione uguale a quella delle altre piante, ovvero bisogna scegliere un vaso di un paio di centimetri più grande e del terriccio specifico, l’unica accortezza deve essere quella di usare un fazzoletto di stoffa per afferrare la pianta in modo da non pungersi con le spine.

Non solo Cactaceae: anche altre piante acquistate lo scorso anno potrebbero aver bisogno di un vaso più grande e del terriccio nuovo; in questo caso scegliete il nuovo vaso considerando, oltre al diametro, anche il peso della pianta e provvedete a creare un efficace drenaggio.

Infine, ricordate che anche per molte piante da appartamento la primavera è il periodo della moltiplicazione, quindi procedete pure con le varie divisioni o con le talee, facendo attenzione a far radicare correttamente le nuove piante.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.