I lavori del mese di agosto alle piante da appartamento

di gianni puglisi

Nel mese di agosto, la principale accortezza da tenere nei confronti delle piante da appartamento è quella di non esporle direttamente ai raggi del sole; visto il caldo di questi giorni, è importante assicurare loro anche acqua a sufficienza e nebulizzare le foglie con acqua non calcarea; allo stesso modo, è bene sospendere le somministrazioni di fertilizzante, che potranno essere riprese non appena le temperature si abbasseranno.

Dato che oltre alle piante, in agosto fa caldo anche a noi, se avete montato in casa un impianto per l’aria condizionata, verificate che il getto d’aria fredda non sia diretto contro le piante, in quanto facilita l’evaporazione del terreno dai vasi, in quanto asporta l’umidità dell’aria. Se coltivate i bonsai, ricordate che questo tipo di piante soffrono molto il caldo e che la terra a loro disposizione si asciuga in fretta, quindi garantitegli la giusta umidità fornendogli un sottovaso pieno di ghiaia e acqua.

Gran parte delle piante da appartamento sono tropicali e quindi il caldo non le disturba più di tanto, a patto che l’umidità ambientale sia alta; per questo, fornite loro un sottovaso con acqua e ghiaia e nebulizzate spesso le foglie.

Come durante il mese di luglio, anche le piante grasse devono essere nebulizzate anziché annaffiate perché le alte temperature fanno sì che le radici non siano in grado di assorbire acqua, asciandola stagnante e, favorendo così, la comparsa di possibili malattie. Da metà mese, però, potete riprendere le annaffiature, magari ogni sette o dieci giorni e, a fine agosto, procedere con l’ultima concimazione dell’anno.

Ricordate che il caldo aumenta la diffusione dei parassiti, per questo controllate spesso le piante e, se necessario, intervenite con un prodotto specifico. Se pensate di allontanarvi per qualche giorno, ricordatevi di lasciare alle piante acqua a sufficienza e di sistemarle in una posizione luminosa ma non esposta direttamente ai raggi solari; la soluzione migliore è quella di sistemarle vicino ad una finestra e riempire i sottovasi d’acqua oppure di utilizzare i vasi auto annaffianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.