Curare il prato in autunno

di Redazione

Il prato va curato tutto l’anno per averlo bello verde e rigoglioso nel corso della primavera e dell’estate. Ecco perchè anche nel corso del mese autunnale non bisogna abbassare la guardia ma anzi dedicarsi un pochino alla gestione del prato anche se magari il bel tempo per stare ore ed ore in giardino non è più quello di qualche mese fa. Ecco che oggi ci occupiamo proprio di fornirvi alcuni consigli per curare il prato in autunno.

Per prima cosa ricordiamo che fino a quando il prato cresce, bisogna continuare a tagliarlo regolarmente, per mantenerlo fresco e rinverdirlo: la crescita ovviamente cessa con l’arrivo della stagione invernale e già a fine autunno noterete che il vostro bel manto erboso non crescerà più.  Prima che la stagione fredda faccia capolino, tagliate un’ultima volta il prato, togliendo per bene le estremità recise onde evitare che, con il tempo più umido e freddo, si accumuli acqua e si formino dei funghi che possano danneggiare l’erba.

L’erba falciata ovviamente può anche essere conservata: la potrete ad esempio utilizzare come pacciame, che altro non è se non una tecnica culturale utilizzando i residui delle foglie e lo sfalcio delle erbe: ricoprendo per bene il vostro guiardino con uno strato di foglie ed erba, impedirete la crescita delle malerbe, manterrete l’umidità del suolo e e proteggerete il terreno dall’erosione delle piogge, che nel periodo invernale sono molto abbondanti. Dopo aver rastrellato per bene il tutto, non vi resta altro che aspettare la prossima stagione primaverile per tornare a godervi il giardino in tutta la sua bellezza!

Foto credits: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.