A Milano 17 alberi monumentali saranno tutelati come capolavori

di AnnaMaria

Il più alto è il platano dei Giardini Montanelli ma in totale sono 17 gli alberi speciali che il settore Verde del Comune di Milano ha inserito nell’elenco delle piante monumentali, cioè di quelle piante che per età, dimensione, specie botanica o per un particolare riferimento ad eventi o memorie storiche e culturali rilevanti, sono considerati «meritevoli di una tutela speciale».

Si tratta solamente di un primo passo e adesso toccherà alla Soprintendenza aggiungere all’elenco altre piante che hanno i requisiti storico-paesaggistici che le rendono candidabili ad alberi monumentali, come ad esempio i filari di Corso Sempione. Alla fine sarà la Regione a validare gli elenchi inviandoli al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

> GLI ALBERI MONUMENTALI

Per adesso le piante selezionate sono 17, e l’elenco comprende nove platani, due Pterocarya, 3 Bagolari, un cipresso calvo, una quercia riossa e un cedro. Pochi esemplari se consideriamo la vastità del territorio di Milano e dell’hinterland. Ma i tecnici spiegano che l’attribuzione della monumentalità va fatta con molta cautela perchè una volta che un albero è stato definito monumentale scattano tutta una serie di misure di tutela simili a quelle che spettano alle opere d’arte.

> ALBERI MONUMENTALI LA POTATURA GIUSTA

Alberi come il platano dei Giardini Montanelli o la quercia rossa di piazza XXIV Maggio, oltre a riportare una targhetta indicativa del loro pregio, saranno curati con particolari procedure come le opere d’arte e quindi sarà anche vietato toccarle o sedersi sui loro rami.

> ALBERI MONUMENTALI, IL CASTAGNO DEI CENTO CAVALLI

Anche i milanesi possono partecipare al censimento degli alberi monumentali di Milano e provincia. Chiunque possiede o è a conoscenza di alberi con caratteristiche di monumentalità può segnalarlo compilando e inviando un modulo presente sul sito del comune di milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.