L’orchidea Erides

di Daniela Commenta

orchidea erides

Al genere Erides appartengono circa venti specie di orchidee epifite originarie dell’Asia molto apprezzate anche dai semplici amatori delle orchidee e non soltanto dagli esperti, dato che la loro coltivazione non è difficile; inoltre, le orchidee del genere Erides riescono a fiorire più volte l’anno e in modo piuttosto abbondante. Nel tempo, poi, sono stati creati diversi ibridi con i fiori dai colori sgargianti e variegati.

Le orchidee appartenenti al genere Erides si caratterizzano per le dimensioni contenute pur avendo una crescita vigorosa; le foglie sono allungate e lucide e dalla consistenza coriacea; in primavera appaiono delle spighe che portano diversi fiori profumati di colore bianco, rosa e viola. Queste orchidee producono molti polloni basali. Dato che le infiorescenze sono pendule, è bene coltivarle in panieri appesi in modo da apprezzare meglio della bellezza della fioritura.

Il nome botanico di queste orchidee è Aerides e significa “figli dell’aria” in riferimento al loro portamento epifita.

 

[Foto]

google-max-num-ads = "1">