Orto sul balcone, costruiamolo con il legno

di Valentina

Avete mai pensato di costruire il vostro orto sul balcone utilizzando il legno al posto dei soliti vasi di plastica. Non è difficile, soprattutto se puntiamo ad un riciclo sostenibile e consapevole: in quel caso non solo si potranno ottenere buoni risultati di coltivazione, ma anche rispettare l’ambiente.

Il legno è un materiale totalmente riciclabile e soprattutto adatto ad essere trasformato. Il primo suggerimento che vogliamo darvi, è che è perfetto sia per gli orti verticali che quelli da sviluppare in orizzontale, è quello di recuperate dei bancali o pellet da utilizzare come base.  Se volete un orto sul balcone che si estende in verticale, basta drappeggiare in modo adeguato un tessuto abbastanza resistente (di plastica è meglio, N.d.R.) alla base e di lato di ogni tavola per creare delle sacche dove inserire il terriccio ed eseguire successivamente la semina. Se siete in grado di drappeggiare in modo adeguato, gli spazi di coltura risulteranno molto più comodi di tanti piccoli vasetti.

In alternativa potete utilizzare il bancale come struttura per i vostri vasi. Questo ovviamente dipende dallo spazio che avete a vostra disposizione: in questo caso il nostro suggerimento è di favorire tale disposizione per ottenere un orto urbano verticale ordinato e occupante poco spazio.

Infine, ma in questo caso sarà la vostra fantasia ad avere l’ultima parola, potete riciclare dei vecchi mobili di legno con cassetti per costruire il vostro orto senza impazzire con vasi di ogni misura ma apponendo un tocco di eleganza davvero inusuale e per questo ancora più speciale.

Photo Credits | ChiccoDodiFC / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.