Pianta senape, caratteristiche e cure

di gianni puglisi

La pianta senape, il cui nome scientifico è Sinapis arvensis, è una pianta erbacea annuale a fusto eretto che può arrivare a 70-80 centimetri; questa pianta è stata coltivata sin dall’antichità per diversi utilizzi: da quelli culinari a quelli medicinali. Con i semi della senape si preparano le salse, ma se sono appena germinati possono essere consumati in insalata; anche le foglie sono commestibili ed hanno un sapore simile a quello degli spinaci.

Le foglie della senape possiedono un colore verde scuro, sono opache e con il margine dentato, hanno una forma ovale e possono arrivare ad una lunghezza di 15-20 centimetri. I fiori della senape sbocciano in estate, e più precisamente da maggio a settembre, e sono formati da quattro petali di colore giallo, e sono leggermente aromatici. I semi, che compaioni in autunno, possiedono una forma sferica e un colorazione nei toni del marrone, e acquistano il loro aroma solo quando vengono macinati e messi in acqua tiepida.

La pianta senape non ama l’ombra, e quindi va coltivata in zone esposte al sole, e va messa a dimora a primavera in modo da raccogliere i semi a fine estate, i quali possono essere seccati e conservati in contenitori ermetici, oppure utilizzati subito.

A livello di umidità, la pianta senape non è molto esigente, in quanto le basta quella piovana e richiede di essere annaffiata solo in caso di siccità prolungata. Le piante coltivate per i semi vanno sfoltite, per lasciargli il giusto spazio, mentre non è necessario farlo se la pianta senape viene allevata solo per le foglie.

Il terreno ideale è quello argilloso, mentre non ama quelli sabbiosi o drenati; per metterla a dimora è sufficiente un terreno con materiale organico, e non necessita di concimazioni aggiuntive. La propagazione avviene per seme, e va fatta all’inizio della primavera. Particolare attenzione a prestata agli afidi: dei parassiti in grado di rovinare i boccioli e i germogli danneggiando la riproduzione dei semi.

Commenti (4)

  1. Ma come “le foglie hanno il sapore simile agli spinaci”???? Ma siamo matti? Assomigliano in modo impressionante alle cime di rapa…
    Informazione del tutto scorretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.