Piante d’appartamento: coltivare la magnolia in vaso

di Valentina

Oggi vogliamo indicarvi come coltivare la magnolia in vaso. Partendo però da un presupposto tutto diverso da quello che useremmo normalmente: dato che la primavera è già arrivata e la fioritura in questo periodo è stupenda, recatevi da un vivaista ed acquistate una pianta già fiorita. In questo modo potrete contare su una pianta in fiore ed imparare a prendervi cura di lei in virtù del prossimo autunno, quando potrete gestire, se volete, una coltivazione diretta fin dalla semina.

La magnolia è una pianta abbastanza diffusa quasi in ogni ambiente, soprattutto nella sua versione arbustiva (avete presente la magnolia stellata?, N.d.R.). Il suo successo deriva molto dal fatto che si tratta di un arbusto in grado di fiorire ancor prima di mettere le foglie, creando un gioco di colori e di luci davvero impressionante, soprattutto in primavera. Perché vi suggeriamo di coltivarle in vaso? Perché in questo modo, se il “recipiente” risulta abbastanza capiente, potrete godere della vostra fioritura senza aver bisogno di un giardino ma sfruttando semplicemente lo spazio di un terrazzo.

Piccola curiosità: le magnolie iniziano a fare fiori dopo qualche anno, quindi quando le comprate già fiorite le stesse non sono estremamente giovani e bisognose di cure. L’importante, in ogni caso, è trovare per loro la giusta posizione sul vostro balcone, in modo tale che siano protette dalle gelate ma al contempo non prendano sole diretto. Sono gli sbalzi di temperatura i peggiori nemici di questa fioritura.

Per coltivarla in vaso sono necessari pochi elementi: un vaso capiente di almeno 50 cm di diametro, del terriccio universale, torba e stallatico. Basta prendere la pianta e metterla a dimora nel nuovo vaso (nel quale avremmo messo un leggero stato di palline di argilla espansa nel fondo, N.d.R.) riempiendo di terriccio il nuovo recipiente fino alla stessa altezza nella quale la terra arrivava nella locazione originaria. Una buona fertilizzazione dovrà essere compiuta ogni anno nel periodo autunnale.

Coltivare la magnolia in vaso può dare molte soddisfazioni rispetto ad una “tradizionale” coltivazione in giardino. Prima di tutto dal punto di vista della “facilità” di sviluppo: anche coloro che pensano di non possedere molto pollice verde possono riuscire, specialmente se iniziano a lavorare su una pianta già fiorita e quindi non agli albori della sua vita. Non solo: può essere un ottimo compendio vegetale per arredare il proprio spazio: il suo essere “arbustivo” si sposa bene con qualsiasi tipologia di balcone che ne possa contenere la base radicale in un vaso appropriato. Per saperne di più sulle varietà e le cure che necessita questa pianta potete consultare la nostra scheda in proposito.

Photo Credit | Thinkstock

Commenti (4)

  1. volio bih ako moze katalog sa cijenam ada se pogleda

    1. I hope i’ve chosen the right language to reply to you. We are a blog, not a shop 🙂 – Mi ne prodajo izdelkov, smo blog informacij.

  2. Ho magnolia saubangeana in vaso da circa due anni chenon fiorisce. Perche’?

    1. Bisognerebbe verificare quali sono state le cure che ha fornito alla sua pianta. Di preciso dove la tiene e come l’ha curata in questi anni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.