Piante aromatiche: l’Aglio orsino

di Redazione

L’Aglio Orsino (Allium ursinum) è una pianta erbacea perenne, conosciuta anche come Aglio selvatico, Aglio degli Orsi o Aglio dei boschi.

Appartiene alla famiglia delle Liliacee ed è originario dell’Asia e dell’Europa, dove cresce allo stato spontaneo nei boschi di latifoglie fino ai 1.000 metri di altitudine. In Italia lo si può reperire facilmente in tutte le regioni, un po’ meno in Sardegna, dove è considerato una pianta rara.

E’ caratterizzato da un fusto eretto con foglie ovate e setose, lunghe una trentina di centimetri e dal colore verde brillante.  I bulbi sono allungati con tuniche grigiastre, mentre i fiori sono di colore bianco, a forma di stella e riuniti in ombrelle.

Come detto, l’Aglio orsino cresce spontaneamente in quasi tutte le regioni italiane, ma ciò non significa che non possa sopportare la coltivazione domestica, purché se ne rispettino le esigenze primarie. Cosa significa?

Cominciamo col dire che questo tipo di pianta predilige la collocazione in un luogo ombreggiato o semi-ombreggiato, dove i raggi del sole possano raggiungerla solo nelle ore meno calde della giornata. Per ottenere un buon risultato nella coltivazione, si consiglia di seminare l’Aglio orsino in contenitori di dimesioni contenute, per poi spostare le piantine in vasi più grandi o in piena terra, garantendo alla pianta la giusta umidità o l’ombra necessaria ad un ottimo sviluppo. Volendo, si può anche propagare per divisione di cespi, sebbene la semina sia il sistema di gran lunga più efficace per una buona coltivazione.

Per il suo aroma acre, l’Aglio orsino viene utilizzato alla stregua (o in sostituzione) del fratello maggiore, ovvero nel condimento di numerose pietanze. Per tale scopo, le foglie si raccolgono e si consumano nel periodo vegetativo, anche se non è raro trovarle congelate e rinchiuse in sacchetti per un utilizzo fuori stagione.

Ricordiamo infine che l’Aglio orsino ha riconosciute proprietà medicinali, essendo considerato un ottimo stimolante, antisettico, depurativo e ipotensivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.