Piante carnivore, la Sarracenia purpurea

di Valentina

Tra le piante carnivore da poter coltivare nel proprio appartamento la Sarracenia purpurea di certo occupa un posto di tutto rispetto. Quello che ha mostrato negli ultimi anni, specialmente nelle sue varietà ibridate, è il fatto di avere un’ottima resistenza.

Partiamo da un presupposto che tutti coloro che si approcciano alla cura di una pianta carnivora devono conoscere: di solito gli esemplari che vengono commercializzati sono riprodotti “artificialmente”. Esse non vengono prelevate in natura quindi. Questa tipologia di approccio è necessaria e dettata dalla loro rarità, un fattore che le inserisce immediatamente tra le specie protette da preservare.

E’ indubbio che la loro forma e la loro tipologia incuriosiscano molto gli appassionati che spesso decidono di trovare spazio all’interno dei propri appartamenti per delle piante carnivore.  La Sarracenia purpurea è particolarmente amata per la sua tonalità di rosso intenso  e per la sua forma particolare.E’ una pianta rizomatosa dotata di un organo ipogeo molto simile a un tubero di patata. Rispetto agli esemplari ai quali siamo generalmente abituati, queste piante devono essere mantenute ad un’umidità costante. C’àè chi usa il termine “affogate”, tra gli estimatori. Quel che è certo è che l’acqua da utilizzare per le frequenti irrigazioni deve essere piovana o molto povera di sali. E’ importante ad ogni modo tenerla in piena luce e non utilizzare fertilizzanti. Non parliamo di una classica pianta che necessita di quantità importanti di azoto, ma di un esemplare appartenente ad una famiglia molto speciale. Se siete interessati a questa tipologia di piante, la Sarracenia purpurea può

Photo Credits | Deatonphotos / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.